Malattia renale nel gatto: cause, sintomi e trattamento


I gatti affetti da problemi renali presentano una ridotta capacità di espellere le scorie mediante minzione. Ciò comporta la formazione di un accumulo potenzialmente tossico nel flusso sanguigno. Sebbene alcuni problemi renali insorgano improvvisamente, la malattia renale cronica si manifesta in modo graduale nel corso del tempo. Una valutazione tempestiva del veterinario associata ad una terapia di supporto e alla gestione del regime alimentare, consentono ad alcuni gatti affetti da problemi renali di mantenere una qualità della vita soddisfacente.

Link sponsorizzati

Cause

Di seguito riportiamo alcune cause correlate all’insorgenza di problemi renali cronici e acuti:

  • ipertensione
  • infezione
  • malattia immunologica
  • malattia congenita o ereditaria
  • cancro
  • diminuzione dell’afflusso di sangue ai reni
  • trauma a carico dei reni
  • esposizione a sostanze tossiche, in particolare antigelo

Sintomi

Se il gatto presenta uno qualsiasi dei seguenti sintomi, è di fondamentale importanza consultare il veterinario.

  • letargia o abbattimento (prostrazione fisica)
  • disidratazione
  • cambiamento delle abitudini relative all’assunzione di acqua
  • dolore a carico della regione renale
  • avversione alla lettiera
  • formazione di ulcere nel cavo orale
  • alito cattivo
  • urine torbide o presenza di sangue nelle urine
  • il gatto urina in luoghi insoliti o presenta dolore durante la minzione
  • andatura barcollante

malattie_renali_gatto.jpg

Quali gatti sono soggetti all’insorgenza di problemi renali?

Le malattie renali insorgono prevalentemente nei gatti anziani, ma possono manifestarsi nei gatti di qualsiasi età. I gatti, per esempio, possono nascere con anomalie renali che compromettono il corretto funzionamento dei reni. Alcune razze, come i persiani, sono predisposte a problemi renali ereditari.

Inoltre, il rischio di insorgenza di problemi gravi è maggiore nei gatti che sono soliti stare all’aperto, in considerazione delle maggiori probabilità di esposizione a sostanze tossiche che possono causare insufficienza renale (come l’antigelo).

Diagnosi

Esistono vari modi per determinare se un gatto è affetto da una malattia renale. Il veterinario effettuerà un esamo fisico e preleverà campioni di sangue e delle urine per verificare l’eventuale presenza di un problema a carico dei reni del gatto. Possono essere effettuati anche ecografie, radiografie, misurazione della pressione o biopsia renale.

Trattamento

Determinare una causa specifica in caso di malattia renale può essere difficile. A seconda dello stadio di insufficienza renale del gatto, possono essere necessari un trattamento di emergenza e il ricovero dell’animale presso una struttura veterinaria. La malattia renale acuta talvolta può essere diagnosticata precocemente, quando il danno a carico dei reni è minimo. In alcuni casi, il trattamento di supporto a lungo termine risulta benefico. Di seguito elenchiamo i possibili trattamenti:

  • trattamento della causa sottostante dell’insufficienza renale (per esempio, tossicità dell’antigelo, infezione)
  • farmaci per favorire la produzione di urina
  • dieta terapeutica
  • gestione delle anomalie/alterazioni elettrolitiche
  • fluidoterapia
  • farmaci per trattare ipertensione, vomito o problemi gastrointestinali
  • dialisi
  • trapianto renale

I gatti affetti da problemi renali devono seguire una dieta speciale?

Nutrire il gatto con una dieta speciale non curerà la malattia renale, ma sarà di aiuto nel gestire la sua assunzione di proteine, fosforo e sodio. Questo contribuirà a ridurre i sintomi e a favorire la salute generale e la longevità dell’animale. Esistono molte diete veterinarie disponibili in commercio per i gatti affetti da malattia renale cronica.

Attenzione: i cambiamenti apportati al regime alimentare del gatto devono essere graduali. Si consiglia di consultare il veterinario circa le corrette modalità di transizione ad un nuovo alimento.

Cosa fare a casa

E’ importante che il gatto si attenga rigorosamente al regime alimentare prescritto dal veterinario. E’ altresì essenziale che il gatto abbia sempre a disposizione acqua fresca e pulita e che l’ambiente domestico sia il più calmo possibile. E’ bene, infine, assicurarsi che l’animale effettui i controlli medici di routine e gli esami consigliati dal veterinario.

Prevenzione

Si sconsiglia di somministrare al gatto qualsiasi farmaco da banco senza previo consiglio del veterinario. E’ fondamentale, inoltre, assicurarsi che il gatto abbia sempre a disposizione acqua fresca.

Cosa succede se i problemi renali del gatto non vengono trattati?

Se l’insufficienza renale acuta non viene riconosciuta e trattata, il gatto può soffrire di vari gradi di danno renale permanente e rischiare anche il decesso. L’insufficienza renale cronica causa l’insorgenza di molti altri problemi secondari nel corso del tempo, tra cui una diminuzione dei livelli di calcio che può comportare una demineralizzazione ossea. Quando i reni perdono la loro capacità di secernere un ormone che stimola la produzione di globuli rossi, è possibile l’insorgenza di anemia. Quindi, se non trattata, l’insufficienza renale è fatale.


Condividi con: