Vai al contenuto
Home » Malattie del cane » Malattia epatica nel cane: sintomi, cause e opzioni terapeutiche

Malattia epatica nel cane: sintomi, cause e opzioni terapeutiche

Il fegato svolge un ruolo complesso e fondamentale nel corpo del cane, con diverse funzioni vitali. Tra queste, il fegato detossifica il sangue dalle tossine, contribuisce alla digestione e immagazzina vitamine e minerali essenziali.

In considerazione dell’importanza del fegato, è cruciale preservare la sua salute in modo ottimale. Tuttavia, a causa delle numerose responsabilità dell’organo, possono verificarsi diverse disfunzioni. Il termine generico utilizzato per descrivere la varietà di possibili complicanze epatiche è “malattia epatica”. Questa può essere suddivisa in due categorie:

Malattia epatica cronica

Questa forma di malattia epatica si sviluppa gradualmente nel tempo, di solito a causa di un’altra patologia sottostante. Tuttavia, se viene rilevata precocemente, è gestibile con un adeguato monitoraggio. La malattia epatica cronica tende a essere un problema a lungo termine che richiede una gestione attenta.

Malattia epatica acuta

Questa forma di malattia epatica si manifesta improvvisamente e richiede una pronta attenzione medica. Può essere pericolosa per la vita del cane e richiede intervento immediato. Una volta trattata, la condizione può migliorare, ma esiste il rischio di recidiva in fasi successive della vita del cane.

In conclusione, la salute del fegato è di fondamentale importanza per il benessere generale del cane, e la gestione tempestiva e adeguata della malattia epatica è essenziale per preservare la salute e la vita dei nostri amici a quattro zampe.

Sintomi della malattia epatica nel cane

I segni di una patologia epatica possono risultare sfuggenti e difficili da individuare, poiché i sintomi possono essere poco evidenti a occhio nudo e possono sovrapporsi a quelli di altre malattie e disturbi. È importante notare che i segni clinici della fase iniziale di insufficienza epatica possono differire significativamente dai sintomi della fase avanzata.

Sia la malattia epatica cronica che quella acuta possono essere pericolose per la vita del cane se non vengono tempestivamente trattate. Pertanto, se l’animale manifesta uno o più dei seguenti sintomi, è fondamentale contattare il veterinario senza indugio.

Sintomi della fase iniziale

Sintomi in fase avanzata

  • Ittero o ingiallimento degli occhi o della pelle
  • Ritenzione di liquidi e gonfiore addominale
  • Segni neurologici
  • Alterazioni nella coagulazione del sangue

Nei casi più avanzati, i sintomi neurologici possono manifestarsi con episodi di circling (comportamento anormale caratterizzato dalla tendenza del cane a girare in cerchio in modo ripetitivo o persistente) o confusione evidente.

Cause della malattia epatica nel cane

La malattia epatica nel cane può essere difficile da diagnosticare in quanto spesso si manifesta come una complicanza di altre malattie sottostanti. La malattia epatica cronica di solito è causata da altre patologie preesistenti. La malattia epatica acuta, invece, è tipicamente causata da improvvise anomalie a carico del fegato, che possono portare a un’insufficienza epatica.

Le quattro cause più comuni di malattia epatica cronica

  • Epatite: L’epatite è l’infiammazione del fegato ed è la causa più comune di malattia epatica cronica nel cane. Esistono diversi tipi specifici di epatite, come l’epatite da accumulo di rame e l’epatite idiopatica. Nel corso del tempo, l’epatite cronica può progredire fino a sviluppare una cirrosi epatica, una condizione in cui il tessuto epatico normale viene sostituito da tessuto cicatriziale fibroso.
  • Tumore del fegato: Il tumore del fegato di solito si sviluppa a causa del carcinoma epatocellulare, che è il tipo di tumore più comune che origina principalmente nel fegato. In alcuni casi, il tumore può originare in un altro organo e diffondersi successivamente al fegato.
  • Malattia infettiva del fegato: Esistono diverse infezioni che possono causare infiammazione cronica del fegato, come la leptospirosi e altre infezioni batteriche o parassitarie.
  • Diabete: Il mancato assorbimento del glucosio a causa del diabete può portare all’accumulo di grasso nel fegato.

Le quattro cause più comuni di malattia epatica acuta

È fondamentale essere adeguatamente informati riguardo ai vari farmaci e alle sostanze chimiche che possono provocare danni epatici acuti, in quanto essi possono comportare gravi rischi per la salute del fegato del cane. Tra questi rientrano lo xilitolo, il paracetamolo, i funghi, le alghe blu-verdi e alcune piante.

  • Tossicità epatica acuta, è una condizione in cui tossine, infezioni o alcuni farmaci possono causare danni rapidi e gravi al fegato, portando a un’insufficienza epatica. Nei cani, questa condizione può essere letale in breve tempo, con il rischio di morte entro cinque o sette giorni se non viene prontamente trattata dal veterinario.
  • Shunt portosistemico congenito, noto anche come shunt epatico. Questa condizione è presente fin dalla nascita e si verifica quando il flusso sanguigno non passa attraverso il fegato, provocando un accumulo eccessivo di tossine nel corpo del cane.
  • Traumi al fegato, come interventi chirurgici invasivi o altre lesioni, possono causare disturbi epatici improvvisi e acuti.
  • Disturbi metabolici che coinvolgono la sintesi proteica e il metabolismo del cane. Possono provocare insufficienza epatica acuta.
malattia epatica cane
Featured Image: Karsten Winegeart/Unsplash

I cani più a rischio

Con l’avanzare dell’età, i cani possono essere più suscettibili a malattie epatiche croniche. Tuttavia, anche i cuccioli possono presentare malattie epatiche di natura genetica. Alcune razze canine sono predisposte alla malattia epatica a causa di un accumulo eccessivo di rame, che può portare all’insorgenza di epatite cronica.

Le razze canine che sono maggiormente suscettibili all’epatite cronica includono:

  • Bedlington Terrier
  • Fox Red Labrador Retriever
  • Cocker Spaniel
  • Pinscher Doberman
  • Sky Terrier
  • Barboncino
  • Springer Spaniel
  • Chihuahua
  • Maltese
  • West Highland White Terrier

Purtroppo, alcuni cani presentano una predisposizione genetica a condizioni come gli shunt epatici, che possono causare insufficienza epatica acuta.

Le razze canine soggette a shunt includono:

  • Yorkshire Terrier
  • Schnauzer Nano
  • Cairn Terrier
  • Maltese

Diagnosi

La diagnosi definitiva delle malattie epatiche nei cani può essere complessa. Il veterinario può eseguire una serie di test al fine di giungere a una diagnosi accurata. Inizialmente, sarà importante esaminare la storia medica del cane alla ricerca di eventuali malattie primarie o cause sottostanti che possano essere correlate alla malattia epatica, come ad esempio la pancreatite o le malattie della cistifellea. L’identificazione di una malattia primaria può contribuire a determinare la prognosi della malattia epatica.

I test che il veterinario potrebbe includere nella diagnosi della malattia epatica nel cane sono:

  • Esami del sangue per valutare l’attività degli enzimi epatici nelle cellule del fegato e i livelli di acido biliare
  • Radiografie del fegato
  • Ecografie del fegato
  • Analisi delle urine
  • Biopsia epatica o agoaspirato

È importante notare che la maggior parte delle forme di malattia epatica, sia cronica che acuta, richiede l’analisi del tessuto epatico, come la biopsia epatica, al fine di giungere a una diagnosi definitiva.

Trattamento della malattia epatica nel cane

Il trattamento per la malattia epatica nel cane sarà prescritto dal veterinario in base alla gravità del danno epatico. I seguenti trattamenti possono essere utilizzati a seconda della situazione:

  • Antibiotici: alcuni farmaci possono ridurre i livelli di ammoniaca nel sangue, mentre altri, come i diuretici, possono ridurre l’infiammazione.
  • Diuretici: questi possono essere somministrati per ridurre la ritenzione dei liquidi.
  • Fluidoterapia endovenosa: questo tipo di trattamento promuove l’idratazione e ripristina gli elettroliti.
  • Chirurgia: nei casi in cui siano presenti tumori o cisti sul fegato, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico più invasivo.
  • Antiossidanti: l’utilizzo di antiossidanti, come la vitamina E e l’estratto di cardo mariano, può contribuire alla detossificazione del fegato.
  • Cambiamenti dietetici: anche se le modifiche dietetiche possono essere utili per favorire la salute del fegato, esse non saranno l’unico metodo di trattamento.

Nonostante piccole modifiche, come variazioni nella dieta e l’uso di integratori specifici per cani, possano contribuire a promuovere una salute ottimale del fegato, è importante considerare che l’organo epatico è caratterizzato da una complessa fisiologia e svolge una serie di funzioni vitali nel corpo del cane. Pertanto, è fondamentale lavorare in stretta collaborazione con un veterinario qualificato per prevenire il rischio di insufficienza epatica.

Inoltre, esistono diversi tipi di malattia epatica, ciascuna con peculiarità diagnostiche e terapeutiche specifiche, e che non esiste un unico metodo di trattamento universalmente efficace. Pertanto, qualsiasi decisione riguardante il trattamento del fegato del cane dovrebbe essere presa previa approvazione e consulenza del veterinario.

Prevenzione e gestione della malattia epatica

Sebbene alcune malattie del fegato non siano prevenibili, esistono misure che il proprietario può adottare per promuovere la salute di questo organo:

  • Visite regolari dal veterinario, sono fondamentali per rilevare precocemente eventuali segni di problemi epatici.
  • Mantenere aggiornate le vaccinazioni del cane, incluse quelle per l’epatite e la leptospirosi, come consigliato dal veterinario.
  • Curare l’alimentazione del cane, evitando cibi grassi e umani che potrebbero contenere tossine nocive per il fegato.
  • Assicurarsi che il cane non giochi o vaghi in aree dove potrebbero essere presenti piante tossiche per il fegato.
  • Prestare attenzione all’eventuale comparsa di sintomi di malattia epatica e ricercare tempestivamente l’assistenza veterinaria nel caso in cui si noti qualcosa di sospetto.

È importante sottolineare che la prevenzione rappresenta un elemento fondamentale per preservare la salute epatica del cane. Il mantenimento di un sistema immunitario forte e la tempestiva identificazione di segni di disfunzione epatica possono fare la differenza. Pertanto, è cruciale mantenere una vigilanza costante sulla salute del cane, specialmente durante il processo di invecchiamento, e adottare prontamente misure appropriate nel caso si riscontrino eventuali problemi al fegato.

Fonti