Home » Malattie del gatto » Pagina 6

Malattie del gatto

Secchezza oculare nel gatto: cause, sintomi e trattamento

La secchezza oculare (occhio secco) felina è una condizione in cui le ghiandole palpebrali non sono in grado di secernere una adeguata lubrificazione per proteggere l’occhio e mantenerlo umettato. La secchezza oculare è una condizione grave che, se non trattata, può tradursi in forte dolore e cecità.

Che cosa è l’occhio secco?

Nei gatti, la secchezza oculare è nota anche come cheratocongiuntivite secca o KCS. Non è una condizione rara nel gatto e insorge quando non viene prodotta una quantità appropriata di lacrime dalle ghiandole localizzate sopra l’occhio e nella terza palpebra. Ne consegue, che la cornea dell’occhio diventa secca, infiammata e irritata.

La cheratocongiuntivite secca di solito viene definita come l’incapacità delle ghiandole di produrre acqua nelle lacrime. In considerazione del fatto che le lacrime sono una combinazione composta per lo più da acqua con una aggiunta di oli e muco, tale condizione, se non trattata, causa la comparsa di uno strato spesso di muco oleoso sopra gli occhi. Nella maggior parte dei casi, risultano affetti entrambi gli occhi.

Con il tempo, la cornea può risultare graffiata e segnata ed è possibile l’insorgenza di cecità. La secchezza oculare è inoltre una condizione notoriamente dolorosa e i gatti affetti possono anche manifestare abbattimento (prostrazione fisica) e irritabilità a seguito del dolore sperimentato.

I gatti possono soffrire di questa condizione a qualsiasi età. Non vi sono predisposizioni particolari in merito alla razza. Nella maggior parte dei casi, la cheratocongiuntivite secca felina è dovuta ad una infezione da herpesvirus felino.

Leggi tutto »Secchezza oculare nel gatto: cause, sintomi e trattamento