Home » Malattie del cane

Malattie del cane

Colite nel cane: sintomi, cause, diagnosi e trattamento

Il termine colite fa riferimento ad una infiammazione del colon. Può essere acuta (ad esordio improvviso e di breve durata) o cronica (presente per almeno 2-3 settimane o caratterizzata da ricorrenza episodica).

La colite non presenta associazioni all’età o al genere (maschio o femmina) del cane ad eccezione della colite ulcerosa istiocitaria, che colpisce con maggiore frequenza i cani di razza boxer di giovane età.

Sintomi

Nella maggior parte dei casi, la colite causa un’insieme di sintomi:

  • feci non formate con presenza di sangue rosso vivo e muco
  • sforzo defecatorio
  • aumentata frequenza degli atti defecatori (spesso più volte al giorno)
  • emissione di piccole quantità di feci

In genere, i cani affetti da colite acuta non manifestano segni di malattia sistemica. Al contrario, i cani con colite cronica possono sperimentare un dimagrimento clinicamente significativo.

Un episodio occasionale di colite acuta non è raro. Tuttavia, è importante prestare attenzione ad una eventuale ricorrenza frequente dei sintomi o ad un aggravamento degli stessi, specie se inclusivi di segni sistemici di malattia. Sebbene i cani sani possano sperimentare episodi occasionali di vomizione, è di fondamentale importanza riferire prontamente al veterinario la presenza di vomito ripetuto, inappetenza, dimagrimento e letargia.

Leggi tutto »Colite nel cane: sintomi, cause, diagnosi e trattamento

Encefalopatia epatica nel cane: sintomi, cause, diagnosi e terapia

L’encefalopatia epatica è una patologia degenerativa del cervello causata da insufficienza epatica severa in presenza di epatopatia avanzata. È caratterizzata da stato mentale anormale, stato alterato di coscienza e compromissione della funzione neurologica.

Cause

L’encefalopatia epatica riconosce come causa più comune una anomalia congenita, detta shunt portosistemico. Il termine shunt portosistemico fa riferimento alla presenza di vasi anomali che consentono il passaggio del sangue venoso proveniente da stomaco, milza, pancreas e intestino direttamente nella circolazione sistemica bypassando la circolazione epatica. Ne consegue l’incapacità del fegato di “disintossicare” il sangue e metabolizzare le tossine. Queste ultime, quindi, si accumulano nell’organismo sino a raggiungere il cervello, dando luogo alla sindrome clinica. Anche i cani affetti da insufficienza epatica dovuta a cause tossiche o infettive possono manifestare segni di encefalopatia epatica.

Gli animali affetti da epatopatia di natura tossica o infettiva non presentano alcuna predisposizione correlata ad età, genere o razza. In genere, tuttavia, in caso di shunt portosistemico congenito la diagnosi avviene entro il primo anno di vita.

Leggi tutto »Encefalopatia epatica nel cane: sintomi, cause, diagnosi e terapia

Balanopostite nel cane: sintomi, diagnosi e cura

Balanopostite è il termine medico utilizzato per descrivere l’infiammazione del pene e del prepuzio.

Le cause di questa condizione sono molteplici, tra cui lesioni, infezioni batteriche, fimosi (restringimento dell’apertura del prepuzio) e tumori.

La balanopostite insorge con maggiore frequenza nei cani maschi interi, ovvero non sottoposti a sterilizzazione.

Sintomi

I sintomi elencati di seguito si riferiscono alla zona genitale:

  • Secrezione di colore giallo o giallo-verde (pus)
  • Talvolta è possibile osservare una secrezione con presenza di sangue
  • Possibile gonfiore e infiammazione
  • Lambimento eccessivo
  • Disagio
  • In alcuni casi, qualora sia presente una grave infezione, il cane può manifestare letargia, febbre e perdita di appetito

 

balanopostite_cane.jpg

Leggi tutto »Balanopostite nel cane: sintomi, diagnosi e cura

Insufficienza epatica nel cane: cause, sintomi e trattamento

L’insufficienza epatica si verifica quando il fegato perde più del 75% della propria funzionalità, insorgendo secondariamente ad una massiccia e severa necrosi epatica. Si tratta di una sindrome osservabile più comunemente nel cane rispetto al gatto, sebbene ambedue possano esserne colpiti. Non vi sono predilezioni di età, razza o genere.

Cause generali

Farmaci

  • Antimicrobici (antibiotici)
  • Agenti chemioterapici
  • Antielmintici (farmaco antiparassitario)
  • Analgesici (antidolorifici)
  • Anestetici

Tossine biologiche

  • Funghi Amanita phalloides
  • Aflatossine (tossina prodotta da una muffa o fungo)

Agenti infettivi

  • Epatite infettiva canina
  • Leptospirosi

Altre cause

  • Malattia tromboembolica
  • Shock
  • Coagulazione intravascolare disseminata (CID)
  • Insufficienza circolatoria acuta

Leggi tutto »Insufficienza epatica nel cane: cause, sintomi e trattamento

Miosite (infiammazione dei muscoli) nel cane: sintomi, cause e terapia

La miosite è un’affezione infiammatoria dei muscoli. Può essere una condizione grave e dolorosa e probabilmente un indicatore precoce di una possibile patologia sottostante.

Questo tipo di patologia muscolare (miopatia) rappresenta un gruppo di patologie diverse caratterizzate dalla presenza di cellule infiammatorie nei muscoli.

La miosite può colpire:

  • Un solo muscolo
  • Gruppi di muscoli. Per esempio: i muscoli masticatori localizzati nella parte superiore e laterale della testa (miosite dei muscoli masticatori) o i muscoli deputati al movimento del bulbo oculare (miosite dei muscoli extra-oculari) oppure tutti i muscoli corporei (polimiosite, dermatomiosite e miopatia necrotizzante)

Cause

La flogosi (infiammazione) muscolare può essere dovuta a:

  • Risposta dell’organismo ad un agente infettivo (parassita o virus) presente all’interno del muscolo (miosite infettiva).
  • Abnorme reazione del sistema immunitario diretta contro il muscolo (miosite immunomediata). Nella miosite masticatoria, l’organismo produce anticorpi che attaccano porzioni muscolari presenti solamente nei muscoli masticatori. Il motivo di tale reazione da parte del sistema immunitario è sconosciuto.
  • La miosite può anche essere associata a neoplasia. L’infiammazione sviluppatasi può trasformarsi nel tempo in neoplasia (alterazione precancerosa) oppure un tumore presente in altre sedi corporee può innescare una reazione di natura immunitaria verso il muscolo (effetto paracanceroso).

 

miosite_cane.jpg

Leggi tutto »Miosite (infiammazione dei muscoli) nel cane: sintomi, cause e terapia

Pielonefrite (infiammazione del rene) nel cane: cause, sintomi e trattamento

La pielonefrite è una infiammazione del rene. Nella maggior parte dei casi, è causata da una infezione batterica per via ascendente dalle basse vie urinarie (vescica urinaria) verso il rene. La predisposizione alle infezioni può essere aumentata da fattori, quali anomalie congenite, disordini metabolici o immunosoppressione sistemica. Tuttavia, la pielonefrite può insorgere anche in assenza di patologie sottostanti.

I segni clinici associati alla pielonefrite possono essere lievi o passare persino inosservati, sebbene questa condizione, se non trattata, possa portare all’insorgenza di insufficienza renale, sepsi (infezione generalizzata all’intero organismo) ed eventualmente decesso. In genere, a seconda di ogni caso specifico, vengono raccomandate procedure diagnostiche e terapeutiche formulate su base espressamente individuale.

Poiché molte patologie o disturbi possono presentarsi in modo similare, è necessario differenziarle dalla pielonefrite. Essi includono:

  • Urolitiasi (calcoli) delle vie urinarie
  • Insufficienza renale cronica
  • Prostatite batterica (infiammazione della prostata)
  • Metrite (infiammazione dell’utero)
  • Altre cause di febbre e dolore addominale, come pancreatite (infiammazione del pancreas) o peritonite (infiammazione della cavità addominale)
  • Altre cause di aumento della sete e di poliuria (aumento della quantità di urina emessa), come iperadrenocorticismo (sindrome di Cushing), diabete mellito, patologia renale e patologia epatica.

Leggi tutto »Pielonefrite (infiammazione del rene) nel cane: cause, sintomi e trattamento