Home » Malattie del cane

Malattie del cane

Epatite cronica attiva nel cane: sintomi, diagnosi e trattamento

L’epatite cronica attiva è una infiammazione cronica e progressiva a carico del fegato che si traduce nella sostituzione del normale tessuto epatico con tessuto cicatriziale. Nella maggior parte dei casi, la causa dell’epatite cronica attiva non viene mai scoperta. Cause potenziali includono: virus dell’epatite canina (adenovirus I), leptospirosi, malattia da accumulo di rame, tossicità da farmaci e fattori genetici. Le reazioni del sistema immunitario alla infiammazione epatica possono contribuire al progressivo aggravamento della patologia.

Tutte le razze canine possono essere colpite dall’epatite cronica attiva, sebbene l’incidenza sia maggiore nelle seguenti razze: Bedlington Terrier, West Highland White Terrier (o Westie), Dobermann Pinscher, Cocker Spaniel e Skye Terrier. L’epatite cronica attiva di solito insorge negli animali di mezza età e sembra che le femmine siano maggiormente a rischio.Leggi tutto »Epatite cronica attiva nel cane: sintomi, diagnosi e trattamento

Amiloidosi renale nel cane: sintomi, diagnosi e trattamento

L’amiloidosi renale è una malattia poco comune del metabolismo proteico in cui una proteina, nota come amiloide, si deposita anormalmente nei reni causando una eccessiva perdita urinaria di proteine. Tra gli animali domestici, è più comune nei cani e sembra essere una malattia ereditaria nei cani di razza Shar Pei. Patologie infiammatorie croniche possono predisporre gli animali allo sviluppo di amiloidosi renale. Tuttavia, solo una piccola percentuale di animali affetti da malattie infiammatorie croniche sviluppa amiloidosi. Ne consegue che la presenza di altri fattori sia altrettanto importante nello sviluppo di tale malattia. Tuttavia, questi ultimi sono poco conosciuti. La maggior parte dei cani con amiloidosi non presenta condizioni infiammatorie o infettive distinguibili al momento della diagnosi. Tuttavia, in alcuni cani affetti da amiloidosi sono state osservate diverse malattie, quali patologie sistemiche fungine, infezioni batteriche croniche, filariosi e cancro.Leggi tutto »Amiloidosi renale nel cane: sintomi, diagnosi e trattamento

Ipoplasia pancreatica nel cane: sintomi, rischi e gestione

Il pancreas è una piccola struttura annessa alla parete dell’intestino tenue. Questa ghiandola ha due funzioni principali: produce insulina per favorire l’assorbimento degli zuccheri nel sangue ed enzimi importanti che favoriscono la digestione di proteine e grassi (lipidi). Questi enzimi transitano dal pancreas all’intestino tenue attraverso il dotto pancreatico.

Il pancreas produce gli enzimi proteolitici tripsina e chimotripsina. La digestione dei grassi è aiutata dagli enzimi denominati lipasi, anch’essi prodotti dal pancreas. In assenza di questi enzimi, l’organismo del cane non sarebbe in grado di procedere alla degradazione di importanti componenti alimentari.

Il termine ipoplasia si riferisce allo sviluppo anormale (ridotto o incompleto) di un organo o di un tessuto. Una delle anomalie pancreatiche più comuni nei cuccioli è l’ipoplasia pancreatica congenita, che si riferisce ad uno sviluppo anormale del pancreas. Questa condizione viene denominata anche “atrofia pancreatica acinare giovanile”. Nei cuccioli affetti da questa condizione, la porzione del pancreas che produce l’ormone insulina si sviluppa normalmente, mentre le cellule che producono gli enzimi utili alla digestione del cibo, in particolare dei grassi, no. Quando il pancreas non produce questi enzimi digestivi si parla di “insufficienza pancreatica”. L’ipoplasia pancreatica, la causa più comune di insufficienza pancreatica è genetica e si osserva con maggiore frequenza nelle seguenti razze canine: Pastore Tedesco, Doberman Pinscher, San Bernardo, Setter Irlandese e Labrador Retriever.

ipoplasia_pancreatica_cane.jpg

Leggi tutto »Ipoplasia pancreatica nel cane: sintomi, rischi e gestione

Stomatite nel cane: sintomi, diagnosi e trattamento

La stomatite presenta molte definizioni e presentazioni. Si tratta essenzialmente di una infezione batterica cronica, debilitante e dell’infiammazione dei tessuti orali che in genere origina nel parodonto, ovvero il tessuto molle che circonda i denti (gengive), o nella regione facciale (regione orofaringea).

Sebbene virus e disturbi del sistema immunitario siano stati implicati come cause di stomatite, sembra che questo complesso patologico sia una infezione batterica orale progressiva che porta ad una prevalenza di batteri anaerobi gram negativi. Il tessuto di granulazione che si forma in seguito alla presenza di tale condizione favorisce un accumulo batterico impenetrabile agli antimicrobici (farmaci che uccidono i batteri).

La stomatite può tradursi in una severa infezione orale causa di dolore alla bocca, dimagrimento, alterazioni comportamentali e pelo ruvido.

Esistono altre patologie che possono apparire simili alla stomatite, come per esempio una grave patologia parodontale, ovvero una infezione profonda delle gengive e dei tessuti circostanti che può portare alla perdita dei denti e di massa ossea.

Leggi tutto »Stomatite nel cane: sintomi, diagnosi e trattamento