Home » Malattie del cane » Pagina 2

Malattie del cane

Ipoplasia pancreatica nel cane: sintomi, rischi e gestione

Il pancreas è una piccola struttura annessa alla parete dell’intestino tenue. Questa ghiandola ha due funzioni principali: produce insulina per favorire l’assorbimento degli zuccheri nel sangue ed enzimi importanti che favoriscono la digestione di proteine e grassi (lipidi). Questi enzimi transitano dal pancreas all’intestino tenue attraverso il dotto pancreatico.

Il pancreas produce gli enzimi proteolitici tripsina e chimotripsina. La digestione dei grassi è aiutata dagli enzimi denominati lipasi, anch’essi prodotti dal pancreas. In assenza di questi enzimi, l’organismo del cane non sarebbe in grado di procedere alla degradazione di importanti componenti alimentari.

Il termine ipoplasia si riferisce allo sviluppo anormale (ridotto o incompleto) di un organo o di un tessuto. Una delle anomalie pancreatiche più comuni nei cuccioli è l’ipoplasia pancreatica congenita, che si riferisce ad uno sviluppo anormale del pancreas. Questa condizione viene denominata anche “atrofia pancreatica acinare giovanile”. Nei cuccioli affetti da questa condizione, la porzione del pancreas che produce l’ormone insulina si sviluppa normalmente, mentre le cellule che producono gli enzimi utili alla digestione del cibo, in particolare dei grassi, no. Quando il pancreas non produce questi enzimi digestivi si parla di “insufficienza pancreatica”. L’ipoplasia pancreatica, la causa più comune di insufficienza pancreatica è genetica e si osserva con maggiore frequenza nelle seguenti razze canine: Pastore Tedesco, Doberman Pinscher, San Bernardo, Setter Irlandese e Labrador Retriever.

ipoplasia_pancreatica_cane.jpg

Leggi tutto »Ipoplasia pancreatica nel cane: sintomi, rischi e gestione