Vai al contenuto
Home » Sintomi del cane » Feci gialle nel cane: cause, trattamento e prevenzione

Feci gialle nel cane: cause, trattamento e prevenzione

Aggiornato il 27 Aprile 2022 da AIS

Le alterazioni del colore delle feci del cane possono indicare la presenza di svariati disturbi, da un lieve mal di stomaco a una grave condizione gastrointestinale. Le cause relative alla comparsa di feci gialle nel cane includono:

  • Consumo di prodotti di natura non alimentare
  • Gastroenterite
  • Problemi epatici
  • Problemi a carico della cistifellea
  • Infezioni intestinali
  • Problemi al pancreas
  • Sindrome dell’intestino irritabile
  • Allergie alimentari

Se noti la presenza di feci gialle (o comunque di qualsiasi altro colore insolito), nonostante non siano state apportate modifiche al regime alimentare del cane, consulta il veterinario il prima possibile.

Cause delle feci gialle nel cane

Esistono diverse potenziali cause correlate alla emissione di feci gialle nel cane, alcune delle quali sono più gravi di altre.

Consumo di prodotti non alimentari

Questo può includere pezzi d’albero, erba o persino articoli per la casa. L’ingestione di corpi estranei include praticamente tutto ciò che non è cibo e non dovrebbe essere mangiato. Questi elementi potrebbero non essere digeriti dal sistema del cane.

Gastroenterite

Si tratta di un’infiammazione del sistema intestinale, generalmente include lo stomaco e l’intestino. Le cause della gastroenterite possono includere infezioni da batteri, virus, parassiti o reazioni a nuovi alimenti o farmaci.

Problemi al fegato

I problemi epatici possono causare l’insorgenza di ittero che altera la colorazione di occhi, cute, urine e feci del cane conferendo loro un colore giallo. I danni al fegato possono essere dovuti a molte malattie, farmaci, tossine, cancro e infiammazione del fegato provocata da infezioni batteriche e fungine.

Pancreatite

Si tratta dell’infiammazione del pancreas che si verifica a causa della fuoriuscita di enzimi digestivi nel tessuto pancreatico. Questa condizione può comportare l’insorgere di dolore addominale, abbattimento, mancanza di appetito insieme a vomito e diarrea. La pancreatite cronica talvolta può causare l’insorgenza di diabete.

Problemi alla cistifellea

Questa condizione si verifica quando il flusso biliare che scorre dalla cistifellea all’intestino viene interrotto. Questo può accadere a causa di un trauma alla cistifellea o da un’ostruzione come un calcolo biliare, bile coagulata o tumore della cistifellea e può conferire a occhi, cute, urina e feci un colore giallo.

Infezioni intestinali

Queste possono includere infezioni batteriche, virali, fungine e parassitarie. Se non trattate, possono evolvere in condizioni più gravi.

Sindrome dell’intestino irritabile

Questa condizione può causare la presenza di muco di colore giallo nelle feci del cane. La sindrome dell’intestino irritabile necessita di essere trattata il prima possibile per prevenire la progressione in una condizione di salute più grave.

feci gialle cane

Cosa fare in caso di feci gialle nel cane

Episodi periodici di diarrea e cambiamenti nelle feci della durata di uno o due movimenti intestinali possono accadere nel corso della vita del cane. Questo può essere normale per alcune situazioni, a meno che le condizioni del cane non inizino ad aggravarsi. Tuttavia, se l’animale continua ad emettere feci gialle dopo un giorno o due, o nel caso in cui la condizione del cane si aggravi, è consigliabile consultare il veterinario per una valutazione medica. La condizione che potrebbe essere alla base dell’emissione di feci gialle può essere relativamente minore o una grave condizione di salute che necessita di essere trattata con urgenza.

Il veterinario esaminerà il cane ed eseguirà tutti i test necessari per determinare la causa delle feci gialle. In molti casi, questa diagnosi si rivela una situazione di “esclusione” poiché elimina le molte possibilità per le feci gialle nel cane. Il veterinario tratterà la causa sottostante con farmaci, procedure chirurgiche, integratori alimentari o modifiche del regime dietetico in base agli esiti dei test e alla diagnosi.

Prevenzione

Per molte delle possibili cause, un attento monitoraggio dello stile di vita del cane è la misura di prevenzione migliore. Per condizioni come pancreatite, problemi al fegato e alla cistifellea, sarà necessario valutare il regime alimentare per assicurarsi che il cane stia seguendo una dieta equilibrata senza grassi e carboidrati che potrebbero non essere facilmente digeribili.

Anche un attento monitoraggio dell’ambiente domestico in cui vive l’animale e delle aree in cui gioca è una buona idea, eliminando tutti i potenziali oggetti non alimentari che potrebbero catturare il suo interesse al punto tale da ingerirli.

Attenersi alle visite di controllo regolari, alla profilassi vaccinale e parassitaria contribuisce a ridurre la possibilità che una eventuale infezione parassitaria possa colpire il tratto intestinale del cane.

Anche i controlli effettuati regolarmente a casa possono contribuire a identificare le aree dolenti del cane che potrebbero essere correlate a problemi interni che richiedono una valutazione da parte del veterinario. È possibile effettuare questi controlli durante il tempo che si trascorre normalmente con il cane.

Fonti

[riduci]
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments