I migliori probiotici per cani

Ultimo aggiornamento: 27 Novembre, 2019 at 10:57 am

I probiotici sono batteri “buoni” che svolgono un ruolo nel preservare la salute intestinale e la funzionalità del sistema immunitario sia nell’essere umano che negli animali domestici. Il sistema gastrointestinale di tutti gli animali è popolato da trilioni di microbi (batteri e lieviti), cane incluso. Ecco perché i probiotici per cani possono sostenere l’equilibrio della flora batterica intestinale dei nostri piccoli amici.

Se sei preoccupato per la salute digestiva del tuo cane, forse perché hai notato problemi comuni come diarrea o allergie alimentari oppure vuoi giocare d’anticipo e prevenire l’eventuale insorgenza di problemi di salute, prova a prendere in considerazione l’idea di somministrare al tuo cane un integratore probiotico di qualità.

Link sponsorizzati

Quali sono i migliori probiotici per cani? 

È una buona idea somministrare al tuo cane diversi tipi di probiotici, idealmente insieme a prebiotici, poiché nelle diverse parti del’apparato digerente vivono vari ceppi che hanno benefici unici.

Sia che tu decida per un probiotico in polvere, masticabile o alimentare, è consigliabile acquistare una marca che includa ceppi probiotici come Enterococcus faecium, Bacillus coagulans e Lactobacillus acidophilus. È stato infatti dimostrato che questi ceppi offrono benefici di natura protettiva contro infezioni, parassiti e altro.

Cosa sono i probiotici per cani?

I probiotici vengono definiti come “alimenti microbici vivi, benefici per la salute” o, in maniera forse più consona all’alimentazione animale, come: “preparazioni alimentari costituite da microrganismi vivi in grado di influenzare favorevolmente l’ospite migliorandone l’equilibrio della flora batterica intestinale”. In questo caso specifico, l’ospite è il tuo cane.

Al momento, sono molti i benefici attribuiti alla presenza di probiotici nell’intestino dei nostri animali domestici. Per esempio, è stato provato che alcuni benefici dei probiotici per cani includono:

  • Inibizione della crescita di batteri nocivi che possono causare infezioni
  • trattamento della diarrea e diminuzione dell’incidenza della stessa e altre patologie del digerente
  • riduzione delle allergie
  • aumentato assorbimento dei nutrienti
  • riduzione delle permeabilità intestinale
  • riduzione dell’infiammazione intestinale
  • stimolazione dei poteri di difesa dell’organismo (immunità)

Ovviamente, è di fondamentale importanza offrire al tuo cane una dieta nutriente. L’aggiunta di un probiotico al suo pasto può migliorare ulteriormente la sua salute, il suo umore e il suo aspetto.

Secondo un articolo pubblicato sul Whole Dog Journal, le specie probiotiche note per apportare benefici alla salute del cane sono:

  • Enterococcus faecium (ceppo SF68)
  • Bacillus coagulans
  • Bifidobacterium animalis (ceppo AHC7)
  • Lactobacillus acidophilus
  • Lactobacillus rhamnosus GG (LGG)
  • Lactobacillus plantarum
  • Streptococcus
  • Lactobacillus casei
  • Bifidobacterium breve

Ad oggi, le ricerche che si sono concentrate sugli attributi positivi dei probiotici somministrati all’essere umano rispetto a quelli per cani sono state maggiori. Tuttavia, vi sono alcune prove circa ceppi probiotici specifici che sembrano funzionare al meglio per migliorare l’equilibrio microbico nel cane.

L’Autorità Europea per La Sicurezza Alimentare (EFSA) ha esaminato quattro ceppi batterici/prodotti per la loro sicurezza ed efficacia come probiotici per cani, inclusi due ceppi di Enterococcus faecium (E. faecium NCIMB 10415 E1705, E. faecium NCIMB 10415 E 1707), Lactobacillus acidophilus e Bifidobacterium sp. animalis.

Quali tipi di segni possono indicare che il tuo cane può trarre beneficio dall’assunzione di un integratore probiotico?

L’American Kennel Club afferma che diarrea, gas intestinale, crampi e alitosi tendono a essere alcuni dei segni più ovvi. Alcune della cause scatenanti più comuni che possono comportare l’insorgenza di questi problemi nel cane includono:

  • Infezioni, parassiti o squilibrio batterico dei microbi intestinali
  • Stress (proprio come accade nell’essere umano)
  • Cambiamenti alimentari, specie se improvvisi
  • Cibo avariato
  • Età avanzata
  • Farmaci, come antibiotici che possono uccidere i batteri probiotici buoni

5 benefici potenziali dei probiotici per cani

Possono contribuire a trattare diarrea e costipazione

I probiotici favoriscono la salute di intestino e apparato digerente in molte differenti specie animali mediante meccanismi come riduzione della permeabilità intestinale e controllo dell’infiammazione. Possono anche contribuire a trattare la diarrea a esordio acuto e ridurre la necessità di assumere antibiotici, prevenire disturbi associati ai lieviti, regolare la funzionalità intestinale e ridurre il rischio di allergie che causano disturbi gastrointestinali. Se il tuo cane è soggetto a episodi di diarrea quando stressato o in caso di situazioni nuove, vi sono prove che i probiotici possono essere di aiuto anche in questo caso.

È stato dimostrato che alcuni ceppi batterici possono contribuire a ridurre il tempo di risoluzione della diarrea nel cane. Due dei migliori probiotici per cani con diarrea sembrano essere Bifidobacterium animalis e Lactobacillus rhamnosus GG (LGG). Alcune tipologie possono anche essere in grado di trattare la costipazione migliorando la regolarità dei movimenti intestinali (sia la frequenza che la qualità delle feci).

Uno studio del 2010 ha scoperto che somministrare ai cani il ceppo probiotico Bifidobacterium animalis aveva ridotto la durata della diarrea da sette a quattro giorni ed eliminato la necessità di un trattamento antibiotico di circa il 10%. In questo studio, i probiotici venivano somministrati una volta al giorno a partire da quando i cuccioli avevano circa 6 mesi di età. B. animalis è stato somministrato per almeno 12 settimane consecutive ed è risultato essere sia efficace che ben tollerato.

Contribuiscono a ridurre le allergie

Somministrare al tuo cane un integratore probiotico può contribuire a ridurre distress gastrointestinale, gas intestinale, prurito e alitosi associati alle allergie. Gli studi suggeriscono che due dei migliori probiotici per cani con allergie o altre tipologie di disfunzione del sistema immunitario sono Lactobacillus e Bifidobacterium. Questi ceppi sembrano essere di aiuto nel supportare il sistema immunitario e scongiurare le allergie, nonché aumentare l’assorbimento dei nutrienti e ridurre la diarrea nel cane.

Se il tuo cane è allergico, consulta il tuo veterinario e chiedi informazioni sull’uso di una formula che possa essere sicura e non aggravante, come i probiotici non caseari progettati espressamente per cani.

Aiutano a rafforzare la funzione immunitaria e a proteggere dalle infezioni

La supplementazione probiotica ha avuto successo in alcuni studi sul trattamento della gastroenterite acuta e delle malattie infiammatorie intestinali, obesità/sovrappeso, infezioni del tratto uro-genitale, gastrite da Helicobacter e infezioni parassitarie nei cani. Inoltre, è stato dimostrato che alcuni ceppi possono inibire la crescita e l’attività di alcuni tipi di batteri nocivi che possono causare l’insorgere di infezioni negli animali domestici, tra cui E. coli, Salmonella e Clostridium perfringens.

Possono migliorare l’umore e il comportamento del tuo cane

Un intestino più sano può tradursi in umore migliore e stabile nel tuo animale, grazie a fattori come ridotta infiammazione che colpisce il cervello, un maggiore assorbimento dei nutrienti e una digestione migliore.

Possono contribuire a migliorare la salute della pelle e l’aspetto del pelo del tuo cane

Anche se questo beneficio può non essere importante come gli altri quando si tratta di proteggere la salute del tuo cane, un integratore probiotico giornaliero può comportare un miglioramento dell’alito e un aspetto più salutare del tuo animale. Rende il pelo più spesso e lucido e la cute meno pruriginosa e secca.

Come usare i probiotici per cani e raccomandazioni per il dosaggio

Quale probiotico devo somministrare al mio cane?

Esistono diversi tipi di integratori probiotici realizzati per cani/animali domestici disponibili sia online che in farmacia. Questi includono:

  • Probiotici in polvere, che possono essere aggiunti al cibo del tuo cane ogni giorno
  • DFM (Direct Fed Microbials), ossia le preparazioni a base di microrganismi vivi da aggiungere direttamente ai mangimi. Sono regolate dalla AAFCO (Association of American Feed Control Officials).
  • Capsule o liquidi refrigerati, che possono essere aperti in caso di necessità e aggiunti ai pasti del tuo cane o agli snack fatti in casa.
  • Probiotici liofilizzati
  • Probiotici masticabili

Gli antibiotici ad uso umano sono sicuri per i cani?

Nella maggior parte dei casi, sì. Alcune persone scelgono di somministrare al loro cane i medesimi integratori probiotici da loro utilizzati, sebbene potrebbe essere necessario modificare il dosaggio a seconda del peso del cane. In genere, è sicuro somministrare probiotici ad uso umano a dose piena ai cani di peso pari o superiore a 18 chili, ma è necessario somministrare un dosaggio inferiore ai cani di peso inferiore. Un segno che il tuo cane sta assumendo una dose troppo elevata di probiotici è l’insorgere di diarrea/feci molli. Detto questo, alcuni veterinari raccomandano ai proprietari di optare per un probiotico progettato appositamente per cani, poiché dovrebbe contenere i ceppi e le dosi più efficaci.

Al momento dell’acquisto, controlla sull’etichetta quanti batteri vivi contiene il probiotico. Per quanto riguarda le modalità di conservazione, è importante leggere con attenzione le raccomandazioni riportate sulla etichetta, poiché alcune specie necessitano di essere refrigerate per poter sopravvivere e preservare la loro efficacia. Controlla anche la data di scadenza. Conserva gli integratori probiotici in un luogo fresco ben sigillato.

I probiotici possono essere assunti sia con il cibo che a stomaco vuoto, sebbene possano essere più efficaci se assunti da soli tra i pasti senza cibo. Detto questo, se somministri i probiotici al tuo cane per aiutarlo a gestire problemi di natura digestiva, dovrebbero essere assunti durante i pasti. Se invece la somministrazione avviene tra i pasti, prova a somministrarli con un po’ di acqua. Questo favorisce la diluizione dell’acido dello stomaco, facilitando la sopravvivenza dei ceppi mentre transitano attraverso il tratto digestivo.

I cani hanno bisogno di probiotici ogni giorno?

I probiotici possono essere assunti dal cane sia a breve che a lungo termine, a seconda dello stato di salute e della reazione ad essi. L’approccio migliore rimane sempre quello di seguire le istruzioni relative a dosaggio e durata del trattamento riportare sull’etichetta, poiché ogni prodotto funziona in modo leggermente diverso dagli altri e/o chiedere l’opinione del tuo veterinario.

Un altro suggerimento per aumentare l’efficacia dei probiotici per cani è quello di somministrare al tuo animale anche un integratore prebiotico, che contiene ingredienti in grado di aiutare a “nutrire” i batteri probiotici favorendone la proliferazione nell’intestino. I prebiotici vengono fermentati selettivamente nel tratto gastrointestinale. Questo consente cambiamenti specifici nella composizione e attività del microbiota sano presente negli integratori probiotici. L’assunzione combinata di probiotici e prebiotici viene chiamata “simbiotica”, suggerendo una relazione sinergica tra i due.

Potenziali effetti collaterali 

I probiotici sono considerati generalmente sicuri, a basso rischio e ben tollerati dal cane se assunti nelle quantità raccomandate. Tuttavia, in alcuni casi gli effetti collaterali possono includere:

  • Gas e gonfiore addominale
  • Diarrea/feci molli
  • Variazioni nell’appetito o nel peso
  • Reazioni allergiche

Inizia con un dosaggio basso per consentire al tuo cane di adattarsi. Se sospetti che il tuo cane non stia reagendo propriamente ai probiotici, dovresti provare a cambiare dosaggio e specie di probiotico. Consulta il tuo veterinario se hai dubbi e noti che gli effetti collaterali non si risolvono. Per determinare l’azione dei probiotici, tieni d’occhio come reagisce il tuo animale domestico. Monitora il peso del tuo cane, le condizioni del suo pelo, il suo livello di energia e la qualità delle sue feci.

Fonti e referenze