Vai al contenuto
Home » Alimentazione del gatto » Perché la taurina è importante per la salute del gatto?

Perché la taurina è importante per la salute del gatto?

Aggiornato il 29 Aprile 2022 da AIS

Che cos’è la taurina?

La taurina è un tipo di amminoacido. Gli amminoacidi sono i singoli composti che compongono tutte le proteine sia nelle piante che negli animali. La taurina si trova esclusivamente nelle proteine di origine animale. Svolge molteplici funzioni differenti nell’organismo del gatto. È nota primariamente per favorire la funzionalità retinica e cardiaca, ma può anche essere di aiuto a livello digestivo e nello sviluppo riproduttivo.

La maggior parte dei mammiferi è in grado di sintetizzare la taurina all’interno del proprio organismo da altri amminoacidi, ma il gatto non è in grado di sintetizzarla in concentrazioni sufficientemente adeguate, rendendola pertanto un amminoacido essenziale.

Che cos’è un amminoacido essenziale?

Quando un essere umano o un animale mangia proteine, queste vengono scomposte nei loro singoli componenti amminoacidi prima di essere assorbite. Dei venti amminoacidi comuni, alcuni possono essere prodotti all’interno dell’organismo da altri amminoacidi, mentre altri sono essenziali, il che significa che il corpo non è in grado di produrli e pertanto devono essere inclusi nella dieta. Diverse specie di animali necessitano di diversi amminoacidi essenziali.

La maggior parte dei mammiferi è in grado di produrre abbastanza taurina da altri amminoacidi per soddisfare il proprio fabbisogno. Tuttavia, il gatto ha una capacità limitata di produrre taurina. Per questo motivo, la taurina viene classificata come nutriente essenziale nel gatto. Fortunatamente, il gatto può assumere facilmente la taurina attraverso la dieta, purché contenga proteine di origine animale. Sfortunatamente, non viene immagazzinata in grandi quantità nell’organismo e quindi deve essere consumata regolarmente.

Cosa succede al gatto in caso di carenza di taurina?

I segni clinici relativi a una carenza di taurina si sviluppano lentamente. Possono essere necessari diversi mesi prima che i sintomi diventino evidenti, a seconda della fase della vita del gatto.

Se i livelli di taurina sono carenti, le cellule retiniche oculari andranno incontro a degenerazione, compromettendo la vista. Questa condizione viene indicata come degenerazione retinica centrale felina. La carenza di taurina può portare anche a un indebolimento delle cellule muscolari cardiache, causando una condizione nota come cardiomiopatia dilatativa (DCM). La taurina è un componente dei sali biliari e una sua eventuale carenza può dare luogo a disturbi digestivi.

Se rilevata per tempo, la cardiomiopatia dilatativa può essere reversibile mediante integrazione alimentare. Se non trattata per un periodo di tempo eccessivamente prolungato, la degenerazione retinica può portare a cecità irreversibile mentre la cardiomiopatia dilatativa può progredire in insufficienza cardiaca e tradursi in decesso.

Le gatte gravide devono avere livelli adeguati di taurina per mantenersi in salute e assicurare ai cuccioli una crescita e uno sviluppo strutturale adeguati. Bassi livelli di taurina causano cucciolate meno numerose, basso peso dei cuccioli alla nascita o anomalie fetali. Nei gattini in crescita, la carenza di taurina può comportare un ritardo nella crescita.

taurina gatto

In che modo il gatto può assumere taurina?

La taurina è stata riconosciuta per la prima volta come una componente necessaria della dieta del gatto alla fine degli anni ‘80. Da allora, tutte le diete formulate per il gatto sono integrate con una quantità sufficiente di taurina tale da soddisfare i normali fabbisogni del gatto. La taurina è presente solo nei tessuti animali. Ecco perché il gatto viene definito carnivoro obbligato. La taurina supplementare viene usata come trattamento per la cardiomiopatia dilatativa nel gatto.

Il processo di lavorazione può influire sui livelli di taurina presenti nella dieta, mentre un aumento delle fibre alimentari può ridurne l’assorbimento. Gli alimenti per gatti che contengono proteine di alta qualità forniscono livelli adeguati di taurina ad un gatto normale e sano. Il cibo per cani non contiene una quantità di taurina sufficiente da soddisfare i normali fabbisogni del gatto.

La taurina supplementare può essere aggiunta a determinati alimenti per gatti, in particolare alle diete formulate per esigenze specifiche come la crescita e lo sviluppo o le malattie cardiache. La supplementazione è relativamente sicura, priva di segnalazioni di problemi associati a eccessive concentrazioni di taurina alimentare nel gatto.

Se somministri al tuo gatto una dieta su prescrizione, le concentrazioni di taurina sono ovviamente commisurate alla condizione del gatto. Se, invece, preferisci optare per una dieta casalinga, non è tassativamente necessario aggiungere taurina supplementare se i livelli di questo amminoacido presenti nella tua fonte proteica sono adeguati. In ogni caso, rivolgiti sempre al veterinario o a un veterinario nutrizionista per assicurarti che il gatto stia assumendo tutti i nutrienti di cui ha bisogno, vitamine e minerali inclusi.

Come scegliere il cibo commerciale adatto

Al momento della scelta del cibo in base alla fase della vita del gatto, non fare affidamento solo sulle scritte ben visibili presenti in genere sulla parte anteriore della confezione, ma presta attenzione anche alla dichiarazione in etichetta della AAFCO.

L’Association of American Feed Control Officials (AAFCO) è un’organizzazione che pubblica regolamenti per l’adeguatezza nutrizionale degli alimenti per cani e gatti “completi ed equilibrati”. Gli alimenti che soddisfano le normative AAFCO riportano sull’etichetta “formulato per soddisfare il profilo nutrizionale degli alimenti per gatti AAFCO per … (determinata fase della vita dell’animale). Oltre a specificare a quale fase della vita appartiene il cibo per gatti scelto, la dichiarazione in etichetta della AAFCO conferma se il cibo è stato formulato o testato.

Formulato significa che l’azienda produttrice ha seguito le linee guida stabilite dall’AAFCO per realizzare un cibo per animali specificatamente per quella specie (ad esempio, cane o gatto) e per quella fase della vita. Testato significa che l’azienda ha seguito le linee guida ma ha anche sottoposto il cibo a prove alimentari per assicurarsi che fosse sano, completo e sicuro.

Devo somministrare al mio gatto un integratore di taurina?

Non è sempre necessario somministrare al gatto un integratore di taurina. Come menzionato sopra, tutti gli alimenti per gatti disponibili in commercio contengono una quantità sufficiente di taurina per la fase di vita di riferimento riportata sull’etichetta. Nel caso in cui il gatto soffra di una condizione correlata alla carenza di taurina, potrebbe necessitare di taurina supplementare oltre a una dieta appropriata, almeno fino alla scomparsa dei sintomi. Potrebbe essere necessario un integratore di taurina nell’eventualità in cui la maggior parte della dieta del gatto non provenga da un cibo commerciale.

Quanto è efficace la supplementazione con taurina?

Quando utilizzata per trattare la cardiomiopatia dilatativa, la supplementazione con taurina è generalmente efficace, se la malattia viene rilevata nelle sue fasi iniziali. La supplementazione con taurina può rallentare o fermare la progressione della degenerazione retinica, ma di solito non ne può invertire il danno.

La qualità degli integratori può variare in modo significativo tra i produttori. Il veterinario può aiutarti a scegliere l’integratore più adatto alle esigenze del tuo gatto. La taurina è disponibile anche come integratore da banco senza prescrizione medica. Tuttavia, prima di procedere all’acquisto è consigliabile chiedere comunque il parere del veterinario.

Fonti

[riduci]
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments