Vai al contenuto
Home » Malattie del gatto » Laringite nel gatto: sintomi, cause e trattamento

Laringite nel gatto: sintomi, cause e trattamento

La laringite è una condizione patologica caratterizzata da infiammazione e dolore a carico della laringe del gatto, nota anche come casella vocale. Tale sintomatologia può manifestarsi singolarmente o come parte di una condizione sottostante, tra cui le infezioni delle vie respiratorie superiori. I sintomi della laringite variano in base alla causa sottostante dell’infiammazione laringea e possono comprendere la modifica del suono del miagolio del gatto o addirittura la completa assenza di vocalizzazione, nonché tosse secca.

Inoltre, è possibile che il gatto manifesti una riduzione del volume vocale abituale, specialmente se l’animale è solitamente molto vocale. Analogamente agli esseri umani, i gatti affetti da laringite possono sperimentare una perdita completa della voce.

Sintomi della laringite nel gatto

I segni clinici che indicano la possibile presenza di laringite includono:

  • Alterazione della vocalizzazione
  • Afonia (perdita della voce)
  • Tosse secca
  • Inclinazione della testa verso il basso
  • Difficoltà nella deglutizione
  • Inappetenza
  • Febbre
  • Respirazione rumorosa
  • Bocca aperta
  • Riduzione dell’attività motoria
  • Respirazione acuta
  • Aumento dello sforzo respiratorio
  • Alitosi

Nel caso in cui la laringite sia causata da un’infezione delle vie respiratorie superiori, è possibile riscontrare anche sintomi come:

laringite gatto
Photo by Hang Niu on Unsplash

Cause della laringite nel gatto

Analogamente all’uomo, l’identificazione dell’eziologia sottostante alla laringite felina può risultare ardua.

Sebbene frequentemente la laringite sia espressione di una lieve infezione delle vie respiratorie superiori, le possibili cause della patologia includono:

  • Infezioni delle vie respiratorie superiori, quali l’herpesvirus felino o il calicivirus felino
  • Eccessiva vocalizzazione
  • Inalazione di agenti irritanti, come fumo, polvere o sostanze chimiche
  • Reazioni allergiche
  • Presenza di escrescenze o tumori nella gola (comprese escrescenze benigne, carcinoma della laringe o complesso del granuloma eosinofilico)
  • Presenza di un corpo estraneo nella gola che causa un blocco
  • Paralisi laringea
  • Ipertiroidismo
  • Trauma
  • Irritazione a seguito dell’intubazione orotracheale durante l’anestesia

Diagnosi 

Se si sospetta la presenza di laringite nel proprio gatto, è consigliabile programmare una visita veterinaria per una valutazione approfondita della situazione. In presenza di sintomi lievi, una diagnosi di laringite può essere formulata dal veterinario sulla base dell’esame fisico e dei dati anamnestici.

Tuttavia, in alcuni casi, potrebbe essere necessario eseguire ulteriori test per ottenere una diagnosi definitiva. Questi test possono includere:

  • Esami del sangue
  • Tampone nasale, oculare o faringeo per la ricerca di cause infettive
  • Radiografia della gola e del torace
  • Visualizzazione diretta della laringe mediante l’utilizzo di un endoscopio (laringoscopia)

Trattamento della laringite nel gatto

Dopo aver diagnosticato la laringite felina, il veterinario elaborerà un piano di trattamento in base alla gravità dei sintomi e alla causa sottostante dell’infiammazione della laringe.

Nei casi lievi di laringite, di solito non è necessario alcun trattamento specifico, se non riposo completo e alcune cure domestiche. Tuttavia, in presenza di dolore alla gola, è consigliabile creare un ambiente caldo e umido per il gatto, ad esempio lasciandolo entrare in bagno durante un bagno o una doccia calda.

Il veterinario può consigliare di somministrare cibo umido a consistenza morbida, più facile da inghiottire per il gatto con mal di gola. Tuttavia, è importante introdurre eventuali cambiamenti alimentari gradualmente per evitare problemi gastrici. In caso di rinorrea, è importante mantenere il naso del gatto pulito per facilitare la respirazione e l’odorato.

Nei casi più gravi di laringite felina, il veterinario può raccomandare l’uso di farmaci come antinfiammatori, corticosteroidi, diuretici o antibiotici in caso di infezione batterica sospetta. Se si sospetta un blocco o una massa nella laringe del gatto, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per rimuovere il problema.

Prognosi

La laringite felina è una patologia spesso di lieve entità che può essere efficacemente trattata in regime ambulatoriale o mediante la somministrazione di farmaci prescritti dal veterinario. Nel caso di laringiti di origine benigna, la prognosi è generalmente favorevole e il gatto si riprende completamente entro pochi giorni o una settimana.

Tuttavia, in presenza di sintomi prolungati o ricorrenti, potrebbe essere necessario valutare cause sottostanti più gravi, come il tumore alla gola o la presenza di corpi estranei. In questi casi, la guarigione richiede maggior tempo e impegno e, in alcuni casi, potrebbe non essere possibile un recupero completo.

L’individuazione tempestiva della patologia e la formulazione di un adeguato piano terapeutico personalizzato da parte del veterinario sono fondamentali per offrire al gatto la migliore possibilità di guarigione. Pertanto, se il tuo animale domestico presenta sintomi di laringite, è consigliabile rivolgersi al veterinario senza indugio.

Prevenzione

L’insorgenza della laringite felina è spesso difficile da prevenire. Tuttavia, è possibile adottare alcune misure preventive al fine di minimizzare i rischi di sviluppo della patologia.

In primo luogo, è fondamentale garantire al gatto una dieta equilibrata e una corretta profilassi vaccinale, al fine di preservare e rafforzare il suo sistema immunitario.

Inoltre, è possibile ridurre il rischio di irritazione delle vie respiratorie del gatto mediante l’eliminazione o la riduzione della presenza di fumo, polvere, aerosol e altre sostanze chimiche nell’ambiente domestico. Tale comportamento, unitamente all’adozione di corrette pratiche di igiene ambientale, può contribuire a mantenere le vie respiratorie del gatto in buono stato di salute.

Fonti

[riduci]