Carenza di mielina nel cane: sintomi, diagnosi e trattamento

La mielina è la guaina protettiva grassa che avvolge tutti i nervi del corpo del cane inclusi i nervi presenti nel sistema nervoso centrale e nel cervello. Questa guaina consente ai segnali nervosi (impulsi elettrici) di essere condotti lungo le fibre nervose in modo veloce e preciso. Quando la guaina mielinica diventa troppo sottile perché danneggiata, gli impulsi elettrici si perdono tra i nervi. Questa condizione è nota come ipomielinizzazione. Esistono alcuni disturbi che possono causare il declino o il mancato corretto sviluppo iniziale di questa guaina. I disturbi relativi all’ipomielinizzazione sono di natura genetica e sebbene le condizioni possano essere gestite, al momento non esiste una cura.

L’ipomielinizzazione è un disturbo che provoca una interruzione degli impulsi elettrici tra i nervi a causa di una carenza della guaina mielinica che riveste i nervi.


Sintomi della carenza di mielina nel cane

Nei disturbi ad insorgenza precoce (quando il cane è ancora un cucciolo):

  • Incapacità di deambulare o di sostenere il proprio peso
  • Mancanza di coordinazione
  • Tremori che si aggravano con l’attività fisica

Nei disturbi ad insorgenza in età adulta:

  • Difficoltà a correre o saltare
  • Zoppia degli arti posteriori
  • Incontinenza
  • Mancanza di coordinazione
  • Atrofia muscolare (riduzione della massa muscolare)
  • Andatura anomala
  • Paralisi parziale
  • Piaghe sulla parte superiore dei piedi del cane

Tipologie

Mielopatia degenerativa canina

Si tratta di una malattia progressiva fatale in cui la mielina intorno al midollo spinale inizia ad assottigliarsi e disintegrarsi, lasciando le fibre nervose non protette. Si tratta di un disturbo ad insorgenza in età adulta che si manifesta di solito intorno ai 7-14 anni di età del cane.

Polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica

Si tratta di una variante molto rara di polineuropatia, una malattia caratterizzata dalla disfunzione di diversi nervi.

Neuropatia ipomielinizzante

Si tratta di una malattia che può colpire principalmente i cuccioli maschi di alcune razze, nota anche come “shaking puppy syndrome” (letteralmente tradotto “sindrome del cucciolo tremante”). Per alcuni cuccioli questo disturbo è fatale, mentre per altri i sintomi si risolvono durante la crescita.

Cause della carenza di mielina nel cane

Le cause dei disturbi correlati all’ipomielinizzazione sono spesso di natura genetica. Alcune razze presentano maggiori probabilità di sviluppare varietà specifiche di ipomielinizzazione.

Mielopatia degenerativa canina

  • Cane da pastore belga
  • Boxer
  • Chesapeake Bay Retriever
  • Cane da pastore inglese
  • Pastore tedesco
  • Cane da montagna dei Pirenei
  • Labrador Retriever
  • Rhodesian ridgeback
  • Weimaraner o Bracco di Weimar
  • Welsh Corgi
  • Fox terrier a pelo ruvido (Wire Fox Terrier)

Polineuropatia demielinizzante infiammatoria cronica

  • Schnauzer nano
  • Rottweiler

Neuropatia ipomielinizzante

  • Australian Silky Terrier
  • Bovaro del bernese
  • Cane Leopardo della Catahoula
  • Chihuahua
  • Chow chow
  • Dalmata
  • Samoiedo (Samoyed)
  • Springer Spaniel Inglese
  • Bracco Ungherese
  • Weimaraner o Bracco di Weimar

carenza mielina nel cane

Diagnosi della carenza di mielina nel cane

Il veterinario richiederà una anamnesi completa includendo domande circa l’esordio dei sintomi e in quali circostanze hanno avuto inizio. Il cane verrà sottoposto ad un esame fisico approfondito e verranno eseguiti esami del sangue e controlli per escludere la presenza di squilibri o tossine nel sistema.

L’esame fisico potrà includere anche un esame neurologico per determinare se alcune porzioni del midollo spinale sono danneggiate e la sede di eventuali danni, se presenti.

Studi radiografici del torace e della schiena potranno essere esaminati per escludere la presenza di tumori lungo il midollo spinale o altre evidenze di neoplasie. Può anche essere analizzato un campione di liquido cerebrospinale del paziente. Possono essere condotti esami per rilevare la mutazione genetica responsabile dei disturbi, sebbene alcuni cani possano essere portatori della mutazione senza mai sviluppare la condizione reale.

Procedure che possono essere utilizzate per escludere altri disturbi:

  • TAC (tomografia computerizzata)
  • Elettromiografia
  • RM (risonanza magnetica)
  • Mielografia
  • Studio di conduzione nervosa

La diagnosi viene considerata una diagnosi di esclusione, poiché l’unico modo definitivo per diagnosticare questi disturbi consiste nell’esaminare microscopicamente il midollo spinale dell’animale durante necropsia. La tecnica utilizzata per formulare questa diagnosi si chiama istopatologia.

Trattamento della carenza di mielina nel cane

Per i casi ad esordio precoce di neuropatia ipomielinizzante non esiste alcun trattamento. Molti dei cuccioli colpiti supereranno almeno il sintomo più evidente, sebbene vi siano buone probabilità che manterranno i tremori alle zampe posteriori per il resto della loro vita. Alcune razze avranno una prognosi migliore rispetto ad altre. La forma del trasferimento genetico è diversa nella razza Springer Spaniel. Possono esserne colpiti sia i maschi che le femmine, sebbene i cuccioli maschi presentino sintomi molto più accentuati. Mentre i tremori che sono presenti nei cuccioli femmina di Springer Spaniel in genere svaniscono al raggiungimento delle 4-6 settimane di età, questi sono quasi sempre fatali per i cuccioli maschi entro i primi sei mesi di vita.

Non esiste una cura nemmeno per i disturbi con esordio in età adulta, ma esistono misure di supporto che possono essere adottate per migliorare la qualità della vita del cane. In molti casi, vengono incoraggiati l’esercizio fisico e la terapia fisica per ritardare il deperimento muscolare e per mantenere la flessibilità e la forza nella zona pelvica. Le tecniche di terapia in acqua (idroterapia) come tapis roulant immerso nell’acqua (underwater treadmill) e nuoto libero possono ritardare ulteriormente il deterioramento muscolare. Gli esercizi manuali di ROM (Range of Motion) sono particolarmente benefici.

Carenza di mielina e recupero

I cuccioli affetti da neuropatia ipomielinizzante non sono generalmente in grado di alimentarsi in modo autonomo, poiché il tremore rende difficile il poter competere per il cibo con gli altri cuccioli presenti in casa. Si sconsiglia la riproduzione con cuccioli affetti. Questo è particolarmente importante per la razza Springer Spaniel a causa della letalità del disturbo.

I cani che sviluppano disturbi legati all’ipomielinizzazione in età adulta traggono grande beneficio da una attenta terapia di supporto. L’esercizio fisico è consigliato, inclusi esercizi ROM (Range of Motion) e idroterapia. Possono anche essere utilizzati ausili per la mobilità come imbracature speciali e carrelli con ruote per aiutare a mantenere il cane attivo più a lungo. È altrettanto importante assicurarsi che la cuccia del cane sia provvista di cuscini appositi morbidi e confortevoli dove possa riposare. Questi disturbi possono causare incontinenza nel cane, quindi si consiglia l’utilizzo di rivestimenti sfoderabili e di cuscini lavabili. Poiché per il cane può essere difficile girarsi nella cuccia, potrebbe essere necessario aiutarlo per evitare piaghe da decubito o collasso polmonare.

Referenze


Condividi con: