Vai al contenuto
Home » Malattie del cane » Incontinenza fecale nel cane: cause, sintomi e trattamento

Incontinenza fecale nel cane: cause, sintomi e trattamento

Aggiornato il 1 Aprile 2022 da AIS

L’incontinenza fecale, altrimenti detta incontinenza intestinale, si riferisce alla perdita della capacità del cane di controllare i movimenti intestinali. Può presentarsi in modi diversi. In alcuni casi, il cane con incontinenza fecale può emettere piccole quantità di feci senza esserne consapevole. In altri casi, il cane è consapevole dei movimenti intestinali, ma non è in grado di controllarli.

Cause dell’incontinenza fecale nel cane

Le cause dell’incontinenza fecale possono essere suddivise in due grandi categorie: riduzione della capacità di serbatoio del retto (incontinenza da capacità ridotta del serbatoio rettale) e una totale mancanza di controllo dello sfintere anale (incontinenza sfinterica).

Incontinenza da capacità ridotta del serbatoio del retto

L’incontinenza da capacità ridotta del serbatoio rettale si riferisce a qualsiasi patologia a carico del retto (la parte terminale dell’intestino crasso) che impedisce alle feci di essere trattenute o immagazzinate in modo normale. Ciò può verificarsi in caso di diarrea, malattie infiammatorie intestinali, cancro o qualsiasi altra malattia intestinale. In caso di incontinenza da capacità ridotta del serbatoio rettale, il retto del cane non è in grado di immagazzinare un volume normale di feci. Questo fa sì che l’animale non sia in grado di controllare l’impulso alla defecazione.

Incontinenza sfinterica

Per incontinenza sfinterica si intende l’incapacità dello sfintere anale (il muscolo che chiude l’apertura anale) di rimanere chiuso. La mancata corretta chiusura dello sfintere anale può causare la fuoriuscita delle feci. Esistono due possibili cause di questo tipo di incontinenza. Qualsiasi lesione a carico dello sfintere anale, come una ferita o una massa anale, può interferire con la sua funzionalità. Inoltre, danni a carico dei nervi che controllano lo sfintere anale possono comprometterne la capacità di funzionare normalmente.

Segni clinici dell’incontinenza fecale nel cane

I segni clinici dell’incontinenza fecale variano a seconda della gravità della malattia e della sua causa sottostante.

I cani con incontinenza sfinterica in genere emettono piccoli volumi di feci senza esserne consapevoli. È possibile notare palline fecali occasionali nella cuccia del cane o in giro per casa. Il cane può anche sperimentare piccole perdite di feci quando abbaia o è eccitato. Se l’incontinenza sfinterica è causata da un danno o da una malattia a carico dello sfintere anale, è possibile notare arrossamento, infiammazione o secrezione rettale. Inoltre, il cane potrebbe leccare l’area rettale più del solito. Se l’incontinenza sfinterica è causata da un danno a carico dei nervi, l’animale può manifestare difficoltà a deambulare, incontinenza urinaria e/o cambiamenti del movimento della coda.

In caso di incontinenza da capacità ridotta del serbatoio del retto, il cane è generalmente consapevole della defecazione ma non è in grado di controllarla. L’animale tende ad evacuare in luoghi insoliti, come vicino alla porta di casa (questo suggerisce che non è in grado di trattenere le feci fino a raggiungere un luogo appropriato). Le feci del cane con incontinenza da capacità ridotta del serbatoio del retto sono spesso morbide e possono essere presenti sangue e/o muco.

incontinenza fecale cane

Photo by Dexman Ten-Hwe on Unsplash

Diagnosi dell’incontinenza fecale nel cane

Il veterinario inizierà l’iter diagnostico eseguendo un esame fisico approfondito inclusivo di ispezione dell’area anale per la ricerca di masse o infiammazioni. Il veterinario, inoltre, eseguirà una palpazione rettale per escludere lesioni rettali interne e un esame neurologico approfondito per la ricerca di alterazioni dell’innervazione di arti posteriori, sfintere anale e coda.

Nel caso in cui il veterinario sospetti una causa neurologica, potrebbe essere necessario eseguire ulteriori esami di imaging. Le radiografie della colonna vertebrale sono spesso il primo passo da intraprendere, per la ricerca di anomalie vertebrali e/o di malattie del disco intervertebrale. Qualora gli esiti delle radiografie spinali siano normali, possono essere raccomandate metodiche di imaging avanzato (come tomografia computerizzata o risonanza magnetica)

Nell’eventualità in cui il veterinario sospetti che una malattia intestinale sia la causa dell’incontinenza fecale sperimentata dal cane, i primi test diagnostici in genere includono un esame fecale per la ricerca di parassiti ed esami del sangue (esame emocromocitometrico completo, profilo biochimico del siero e forse ulteriori esami ematici gastrointestinali specializzati). Ulteriori test diagnostici possono includere radiografie addominali, ecografia addominale, endoscopia o biopsie intestinali chirurgiche.

Trattamento dell’incontinenza fecale nel cane

Il trattamento dell’incontinenza fecale dipende dalla causa sottostante. Non esiste un farmaco in grado di risolvere specificatamente l’incontinenza fecale. Pertanto, è fondamentale identificare e affrontare la causa sottostante.

In caso di incontinenza da capacità ridotta del serbatoio del retto, il trattamento sarà incentrato sulla diagnosi e sul trattamento della malattia intestinale sottostante. Possono essere utilizzati farmaci antidiarroici e antinfiammatori, sia come terapia unica che in combinazione con altri trattamenti più specializzati.

Nel cane con incontinenza sfinterica causata da una lesione a carico dell’ano (come una ferita o una massa), può essere necessario l’approccio chirurgico. L’intervento può essere eseguito dal veterinario o da uno specialista in chirurgia veterinaria.

L’incontinenza sfinterica causata da lesioni nervose può essere difficile da trattare. In alcuni casi, può essere consigliato un intervento chirurgico per risolvere un’ernia del disco o altre lesioni di natura neurologica. In altri casi, invece, non esiste un trattamento definitivo e l’attenzione si sposta sulla gestione della condizione. La somministrazione di una dieta povera di fibre può ridurre la quantità di feci prodotta. Far sì che il cane trascorra la maggior parte del tempo in un’area della casa facile da pulire può contribuire a minimizzare lo stress del proprietario che può essere associato all’incontinenza fecale.

Fonti

[riduci]
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments