Perché i gatti leccano i sacchetti di plastica?

Sicuramente ti sarà capitato di vedere il tuo gatto leccare o mordicchiare un sacchetto di plastica. Ti sarai chiesto perché lo fa e se questo comportamento può essere pericoloso per la sua salute. Risponderemo a entrambe le domande in questo articolo.

Perché i gatti sono attratti dalla plastica?

I gatti sono attratti dalla plastica per molteplici ragioni. Per esempio, il modo in cui i sacchetti trattengono gli odori e il suono che la plastica produce. Di seguito riporteremo le cause più comuni:

Link sponsorizzati

  • Involucri per alimenti (pellicola alimentare). Alcuni gatti sono attratti dagli involucri di plastica per alimenti e più comunemente da quelli che avvolgono la carne. Questo perché la plastica in questione può contenere residui di cibo che il gatto può leccare. Tuttavia, questa abitudine può rivelarsi pericolosa qualora il residuo di cibo sia collocato in una piega dell’involucro, poiché il gatto pur di recuperare il cibo potrebbe mordicchiare e ingerire la plastica stessa.
  • Suono. Alcuni gatti adorano il suono prodotto dai sacchetti di plastica. I suoni acuti, infatti, possono imitare i suoni di prede di piccole dimensioni (come uccelli o roditori) e i gatti amano simulare la caccia alla preda.
  • Odori alimentari. La maggior parte dei sacchetti di plastica è realizzata in polimeri di etilene o etilene. Nello specifico, il ben noto sacchetto della spesa è realizzato in polietilene ad alta densità (HDPE). Questa tipologia di sacchetto assorbe molto gli odori e in genere trattiene gli odori dei prodotti che contiene. I gatti posseggono un formidabile senso dell’olfatto che può essere attratto dai quei sacchetti contenenti prodotti per loro interessanti, come pollo, pesce o bistecca.
  • Sostanze chimiche. Alcuni sacchetti di plastica vengono trattati con stearati, ricavati dagli acidi grassi saturi presenti in oli, verdure e animali. Gli stearati conferiscono ai sacchetti la capacità di galleggiare nell’acqua. Non sono tossici ma il gusto può essere gradevole per alcuni gatti portandoli pertanto a leccare i sacchetti.
  • Grasso animale. Molti tipi di sacchetti di plastica vengono realizzati con “agenti scivolanti”, utilizzati per ridurre l’attrito del prodotto. Questi agenti sono spesso a base di sego di manzo, ovvero un grasso bovino. Alcuni gatti ne apprezzano il gusto.
  • Amido di mais. Alcuni sacchetti di plastica vengono realizzati con componenti ecologici al fine di essere biodegradabili. Uno degli ingredienti utilizzati è l’amido di mais. Quest’ultimo può risultare appetibile per alcuni gatti.
  • Pica. Alcuni gatti desiderano mangiare oggetti non appartenenti al mondo alimentare, come plastica o metallo. Il termine medico per questo comportamento è “pica”. Alcuni scienziati ritengono che la pica sia dovuta ad una carenza nutrizionale, mentre altri credono sia un comportamento sviluppato dai gatti che sono stati svezzati precocemente. Indipendentemente dalla causa, la plastica, se ingerita, può essere pericolosa.

Quali sono i pericoli?

La maggiore preoccupazione correlata al comportamento oggetto di questo articolo è l’ingestione della plastica. Quest’ultima, infatti, non è digeribile e se ingerita può rimanere intrappolata nello stomaco e nell’intestino causando un problema potenzialmente letale per la vita del gatto. Questo può richiedere un intervento chirurgico. A tale proposito ti invitiamo ad approfondire l’argomento con la lettura dell’articolo “Corpo estraneo nello stomaco del gatto: sintomi, diagnosi e trattamento”.

Come riconoscere una situazione di emergenza

Se il tuo gatto lecca occasionalmente un sacchetto e non ingerisce plastica, probabilmente non si tratta di un grosso problema. Tuttavia, se il gatto ingerisce parte del sacchetto o qualora tale comportamento (il leccare la plastica) diventi eccessivo o associato ad altri sintomi come perdita di peso, debolezza, vomito, diarrea o altre anomalie, è tempo di preoccuparsi.

Se ritieni che il tuo gatto lecchi la plastica in modo eccessivo o nel caso in cui tu abbia dei dubbi al riguardo, non esitare a consultare il tuo veterinario di fiducia. Con molta probabilità, condurrà un esame fisico e del sangue per valutare l’eventuale presenza di un problema medico sottostante.

Alcuni gatti leccano la plastica a causa di noia o carenze nutrizionali. Se il tuo gatto lecca la plastica, ecco alcuni consigli su cosa è possibile fare al riguardo:

  • Scegli cibo di qualità. Quando possibile, preferisci alimenti che rispettino gli standard nutrizionali della AAFCO (Association of American Feed Control Officials) e che siano adatti alla fase di vita che il tuo gatto sta vivendo (gattino, adulto o anziano). Questo garantirà al tuo gatto l’assunzione di tutte le proteine e i nutrienti necessari per la sua salute. La AAFCO è una associazione americana considerata punto di riferimento mondiale per ciò che concerne il controllo qualità del cibo per animali domestici.
  • Prevenire la noia. Fai in modo che la giornata del tuo gatto includa momenti per il gioco e identifica le sue preferenze. Assicurati che il suo ambiente sia arricchito con tiragraffi, finestre interessanti che gli consentano di osservare l’ambiente esterno e alcuni alberi per gatti (cat trees). I gatti adorano cat trees alti o comunque postazioni dove possono sentirsi al sicuro e osservare l’ambiente circostante.

Come conservare i sacchetti di plastica in posti sicuri

Il modo migliore per prevenire l’insorgere di un problema, è quello di tenere la plastica fuori dalla portata del tuo gatto. Può essere di aiuto:

  • Richiedere sacchetti di carta invece che di plastica, se il negozio dove fai la spesa offre tale scelta.
  • Se porti a casa dei prodotti in sacchetti di plastica, una volta tolti dai sacchetti ricorda di riporre ambedue in un posto sicuro non accessibile al gatto.
  • Riponi tutti i sacchetti di plastica, nastri e qualsiasi altro prodotto in plastica in un cestino opportunamente sigillato.
  • Fai in modo che tutti i componenti della famiglia siano al corrente della situazione e adottino i medesimi accorgimenti affinché l’ambiente in cui vive il gatto sia sicuro.