Acari dell’orecchio nel gatto: cause, sintomi e terapia


Gli acari dell’orecchio, noti anche come Otodectes cynotis, sono parassiti estremamente piccoli che possono infettare le orecchie dei gatti. Questi acari sono contagiosi (per altri animali) e sopravvivono traendo nutrimento dai tessuti e dal sangue presenti nell’orecchio del gatto. Periodicamente, possono anche vivere sulle zampe e sul pelo dell’animale. Passano con facilità da un gatto all’altro, ma non possono sopravvivere per lunghi periodi di tempo sull’essere umano.

Link sponsorizzati

I segni clinici più comuni includono scuotimento della testa e grattamento delle orecchie (periodici o costanti), atti che l’animale mette in pratica nel tentativo di alleviare il forte prurito causato da questi parassiti. Le orecchie possono anche apparire infiammate e arrossate e possono essere presenti lesioni nella zona circostante le orecchie, causate dal continuo grattamento. Nell’orecchio, può anche essere presente un abbondante cerume nerastro e, in alcuni casi, l’orecchio può avere un odore sgradevole.

Gli acari dell’orecchio vengono diagnosticati mediante otoscopia o prelevando un campione di cerume all’interno dell’orecchio, sottoposto successivamente ad esame microscopico. Tale esame consente di visualizzare gli acari presenti nel cerume e, in alcuni casi, anche le uova di questi parassiti.

Il trattamento degli acari dell’orecchio include farmaci antiparassitari che devono essere applicati solo a seguito di una accurata pulizia delle orecchie del gatto. I trattamenti topici, come Stronghold e Advantage Multi, contengono principi attivi, nello specifico selamectina e moxidectina, che possono contribuire a controllare il problema. Poiché gli acari dell’orecchio sono contagiosi, tutti gli animali presenti in casa devono essere trattati per prevenire una possibile reinfezione, anche nell’eventualità che gli altri animali, presumibilmente non infestati, non manifestino alcun sintomo. In caso di infezioni batteriche secondarie sviluppatesi a causa degli acari dell’orecchio, possono essere prescritti farmaci auricolari contenenti antibiotici per risolvere l’infezione.

La prognosi in caso di acari dell’orecchio è eccellente. Nei casi estremamente severi di acari dell’orecchio presenti da lungo tempo, è possibile la formazione di cicatrici nella zona circostante l’orecchio o di otoematomi. Nei casi molto gravi, è possibile un danno a carico delle strutture interne dell’orecchio.

acari_orecchio_gatto.jpg

Sintomi

I sintomi possono variare da una lieve irritazione auricolare ad un costante prurito, grattamento e scuotimento della testa. Nella maggior parte dei casi, l’infezione da acari dell’orecchio causerà anche una raccolta di cerume nerastro e di detriti nelle orecchie.

Alcuni gatti sono estremamente sensibili all’infezione da acari dell’orecchio e possono sperimentare una forte reazione anche a un caso di lieve entità. In questi casi, i sintomi manifestati dal gatto spesso includono costante scuotimento della testa, grattamento delle orecchie e sfregamento delle stesse con le zampe. Le orecchie possono anche acquisire una costante pendenza laterale o verso il basso. Col tempo, il costante grattamento porterà alla perdita di pelo nella zona circostante le orecchie e alla formazione di otoematomi (raccolta di sangue all’interno della lamina cartilaginea del padiglione auricolare).

Altri gatti possono presentare infezioni severe da acari dell’orecchio, manifestando comunque pochi o nessun sintomo. In ogni caso, anche in assenza di una reazione da parte del gatto all’infezione, gli acari dell’orecchio causeranno un’abbondante raccolta di cerume nerastro e detriti nelle orecchie. L’eccesso di cerume è dovuto all’effetto degli acari sulla parte interna delle orecchie. Poiché il movimento degli acari irrita la sensibile mucosa delle orecchie, l’orecchio risponde a questa irritazione producendo una maggiore quantità di cerume a scopo protettivo.

Se non trattati, gli acari dell’orecchio possono dar luogo ad infezioni auricolari secondarie. Queste ultime possono includere infezioni da lieviti e infezioni cutanee dovute al costante grattamento della zona circostante l’orecchio. Tali infezioni possono essere caratterizzate da cattivo odore proveniente dall’orecchio, sangue e pus intorno e all’interno dell’orecchio e zone arrossate e infiammate all’interno e intorno all’orecchio.

Trattamento

Quando un gatto contrae l’infezione, gli acari iniziano a riprodursi e ad aumentare di numero con rapidità. Il loro intero ciclo vitale dura 3 settimane circa. Per prevenire un danno permanente e alleviare il forte prurito sperimentato dal gatto, è necessario trattare la condizione il prima possibile.

Sebbene siano disponibili molti trattamenti da banco, il trattamento prescritto dal veterinario rappresenta la soluzione ottimale. I primi, infatti, richiedono settimane per eliminare la popolazione degli infestanti. Inoltre, i gatti non amano particolarmente l’applicazione giornaliera di farmaci nelle orecchie. Il veterinario, quindi, è la figura professionale più indicata per confermare l’eventuale presenza di acari dell’orecchio o di un’altra condizione medica, quale causa dell’insorgenza dei sintomi.

I prodotti soggetti a prescrizione che vengono applicati sulla cute del dorso del collo del gatto per eliminare gli acari dell’orecchio includono Stronghold e Advantage Multi. Stronghold viene utilizzato anche per eliminare i vermi intestinali e le infestazioni da pulci nei gatti, mentre Advantage Multi viene utilizzato per risolvere le infestazioni da pulci. Ambedue i prodotti contengono un principio attivo aggiunto per contrastare le infezioni da acari dell’orecchio.

Prevenzione

Gli acari dell’orecchio sono acari minuscoli che vivono nelle orecchie del gatto, ma possono anche sopravvivere sul mantello dell’animale e sulle cucce/cuscini dove l’animale ama riposare.

E’ bene ricordare nuovamente che se il vostro gatto presenta acari dell’orecchio, tutti gli altri animali domestici presenti in casa devono essere trattati, in quanto questi parassiti sono contagiosi.

E’ consigliabile pulire la casa e passare l’aspirapolvere in modo accurato. Inoltre, è bene lavare cucce, cuscini e giochi con acqua calda e detergente. Per evitare che il problema possa ripresentarsi, è di fondamentale importanza seguire le istruzioni suggerite dal veterinario relative al trattamento.

Possono anche essere utilizzati trattamenti antipulci ad uso topico, come Stronghold e Frontline. Stronghold viene prescritto come trattamento per gli acari dell’orecchio, ma può anche contribuire a ridurre incidenze future. Frontline non viene prescritto per il trattamento degli acari dell’orecchio, ma spesso viene utilizzato come farmaco off-label per il trattamento e la prevenzione di questi parassiti.

Osservare periodicamente l’interno delle orecchie del gatto e prestare attenzione all’eventuale presenza di sintomi riconducibili alla presenza di acari dell’orecchio, può contribuire all’identificazione precoce di un focolaio prima che possa colpire tutti gli animali presenti in casa.


Condividi con: