Vai al contenuto
Home » Sintomi del gatto » Feci verdi nel gatto: cause e cosa significano

Feci verdi nel gatto: cause e cosa significano

Esaminare attentamente le feci del gatto è importante per monitorare la sua salute complessiva. I gatti, essendo creature abituate a nascondere i segni di malattia, spesso non mostrano chiaramente quando qualcosa non va. Cambiamenti nelle caratteristiche delle feci possono costituire uno dei primi segnali visibili di un problema sottostante. Sebbene talvolta queste alterazioni possano essere legate a questioni minori, in alcuni casi possono indicare problemi di salute più gravi. Pertanto, qualsiasi variazione del colore o della consistenza delle feci del gatto dovrebbe essere sottoposta all’attenzione del veterinario.

Questo articolo si propone di rispondere alla domanda: “Perché le feci del mio gatto sono verdi?”. Inoltre, forniremo una guida dettagliata per aiutare i proprietari di animali domestici a identificare le potenziali cause di questa manifestazione e ad adottare le misure necessarie per migliorare la salute del gatto.

Colore, consistenza e altre caratteristiche

Le feci normali del gatto di solito presentano una colorazione marrone chiara, una consistenza morbida e una forma ben definita. La presenza di feci verdi è indicativa di un possibile problema di salute. Il proprietario può osservare una vasta gamma di tonalità di verde, che variano da chiaro a scuro, e differenti consistenze, quali feci dure, morbide, acquose o viscide. Le feci verdi possono presentarsi con una forma ben definita oppure essere associate a condizioni di diarrea, eventualmente accompagnate da muco.

Per fornire al veterinario informazioni dettagliate, è consigliabile che il proprietario annoti con precisione le caratteristiche specifiche delle feci del gatto. Se possibile, documentare fotograficamente o fornire una campione delle feci al veterinario può essere di grande utilità per una diagnosi più accurata.

Perché le feci del mio gatto sono verdi?

La presenza di feci verdi nel gatto può essere attribuita a diverse cause, che variano da patologie sottostanti all’ingestione di tossine, da un’infestazione da parassiti ad altri fattori. Prenderemo in esame alcune delle cause più comuni di questo significativo cambiamento di colore e ne analizzeremo le ragioni sottostanti per una comprensione più approfondita.

Patologia sottostante

Le patologie del fegato e della cistifellea possono influire sulla colorazione verde delle feci. Il fegato assume un ruolo chiave nella produzione della bile, un liquido dal caratteristico colore giallo-verde, che viene immagazzinato nella cistifellea. Dopo l’assunzione di cibo, la cistifellea rilascia la bile nell’intestino per favorire il processo digestivo. Problemi nella produzione o nell’immagazzinamento della bile possono causare un rilascio eccessivo di questo liquido causando la comparsa di feci molli di colore verde.

Altri segnali sintomatici di possibili problemi a carico del fegato o della cistifellea includono la presenza di letargia, ittero (colorazione gialla della pelle e degli occhi), diminuzione dell’appetito, episodi di vomito, perdita di peso e un aumento della sete e della minzione.

Ingestione di tossine

Alcuni rodenticidi contengono un pigmento blu-verde che, se ingerito accidentalmente dal gatto, può causare una colorazione verde delle feci. L’ingestione accidentale di un rodenticida rappresenta un’emergenza medica che richiede un immediato intervento veterinario. Gli effetti avversi associati all’ingestione di queste sostanze possono manifestarsi con sintomi gravi, tra cui sanguinamento anomalo, convulsioni e difficoltà respiratorie, tra gli altri.

Parassiti intestinali

La presenza di feci verdi e maleodoranti nel gatto può suggerire una possibile infestazione da parassiti intestinali. I gatti possono essere infettati da diversi tipi di parassiti, tra cui nematodi, anchilostomi, tricocefali e giardia. Questi parassiti causano infiammazioni all’interno dell’intestino e disturbano il regolare processo di transito delle feci. Quando i parassiti interferiscono con il ritmo normale di passaggio delle feci attraverso l’intestino, accelerandolo, le feci possono assumere una colorazione verde e una consistenza liquida.

feci verdi gatto

Infiammazione intestinale

I gatti affetti da malattia infiammatoria intestinale, cancro intestinale o infezione batterica possono mostrare un aumento dei livelli di infiammazione nell’intestino. Questo processo può influire sulla velocità del transito intestinale, causando un passaggio più rapido delle feci e, di conseguenza, una colorazione verde. È anche possibile osservare strisce di muco nelle feci del gatto. Altri sintomi associati a tali condizioni includono perdita di peso, diminuzione dell’appetito ed episodi di vomito.

Indiscrezione alimentare

L’ingestione da parte del gatto di sostanze insolite può causare la comparsa di feci di colore verde. Questo fenomeno può manifestarsi con una colorazione completamente verde delle feci o la presenza di macchie verdi su feci di colore marrone. Ad esempio, se il gatto mangia una quantità significativa di erba, le sue feci possono assumere una tonalità verde. Tale effetto può verificarsi anche con l’assunzione di alimenti ricchi di pigmenti verdi.

Cambiamento alimentare

Un rapido cambiamento nella dieta del gatto può causare intolleranze alimentari che si riflettono nel colore verde delle feci. Tuttavia, in genere, una volta che il gatto si abitua alla nuova dieta, le feci tornano alla normalità. La gestione attenta della dieta del gatto, con una transizione graduale quando necessario, può contribuire a minimizzare tali cambiamenti nelle caratteristiche delle feci. In ogni caso, eventuali variazioni persistenti o preoccupanti richiedono l’attenzione del veterinario per una valutazione accurata.

Alcuni alimenti per gatti possono contenere additivi coloranti verdi come parte della loro formulazione. Questi additivi possono influenzare il colore delle feci del gatto, anche se l’animale non presenta intolleranze alimentari.

Cosa fare se le feci del gatto sono di colore verde

Se si osservano feci di colore insolito nella cassetta igienica del gatto, è importante comprendere quali misure adottare. In alcuni casi, può essere sufficiente monitorare la situazione, mentre in altri è essenziale consultare prontamente il veterinario. Di seguito, esamineremo le azioni più idonee per ogni situazione. Naturalmente, qualora sorgessero dubbi sullo stato di salute del gatto, è consigliabile consultare il veterinario senza indugio.

Iniziamo con l’indiscrezione alimentare. Se sai che il tuo gatto ha ingerito dell’erba e noti la presenza di fili d’erba nelle sue feci, ma per il resto si comporta normalmente, è probabile che la situazione si risolva spontaneamente una volta che l’erba sarà completamente eliminata. Tuttavia, se durante questo lasso di tempo il gatto comincia a manifestare sintomi quali vomito o rifiuto del cibo, è fondamentale portarlo dal veterinario per una valutazione dettagliata.

Se pensi che il cambiamento del colore delle feci del gatto sia legato a una recente modifica nella sua dieta, potrebbe essere utile sperimentare una dieta blanda per qualche giorno. Puoi provare a includere alimenti come pollo bollito e riso bianco cotto. Osserva attentamente se questa transizione alimentare porta a un ritorno alla normale consistenza delle feci. Inoltre, il veterinario può raccomandare una dieta su prescrizione appositamente formulata per favorire la salute intestinale. Se la dieta blanda non risolve il problema, è il momento di consultare il veterinario per una valutazione più approfondita.

Se noti che le feci del gatto hanno cambiato colore o consistenza senza una causa evidente o se il comportamento dell’animale sembra diverso dal solito, è consigliabile fissare un appuntamento con il veterinario il prima possibile per una valutazione accurata. Prendi nota del momento in cui hai notato i cambiamenti nelle feci e altri eventuali sintomi preoccupanti. A seconda della possibile causa sottostante, il veterinario potrebbe richiedere un campione di feci per escludere infiammazioni o la presenza di parassiti intestinali. Potrebbe anche essere necessario eseguire esami del sangue per identificare eventuali segni di malattie sottostanti o di esposizione a tossine.

Il veterinario sarà in grado di creare un piano di trattamento personalizzato in base allo stato di salute e all’anamnesi del gatto. Questo potrebbe includere il ricovero in ospedale per la somministrazione di fluidi per via endovenosa e altre cure di supporto. In base alla diagnosi, potrebbero essere raccomandati farmaci come antibiotici, vermifughi e probiotici.

Fonti