Vai al contenuto
Home » Malattie del cane » Gengivite e stomatite nel cane: cause, sintomi e cura

Gengivite e stomatite nel cane: cause, sintomi e cura

Per gengivite si intende una infiammazione a carico delle gengive. La gengivite è la prima e unica fase reversibile della malattia parodontale.

Il termine stomatite si riferisce a una infiammazione più generalizzata delle membrane mucose localizzate all’interno del cavo orale del cane e può interessare gengive, lingua, superfici interne delle labbra e/o il pavimento della bocca e il palato.

Cause

Cause della gengivite nel cane

La gengivite può essere causata da una infezione batterica dovuta all’azione dei batteri presenti nella placca dentale ed è solitamente associata a una scarsa igiene orale.

Quando i batteri entrano nel solco gengivale (il piccolo spazio tra le gengive e i denti), possono causare una reazione infiammatoria. Se la gengivite non viene trattata, può progredire fino a coinvolgere le strutture di supporto dei denti e provocare la perdita dei denti (malattia parodontale).

Cause della stomatite nel cane

La causa della stomatite nel cane è sconosciuta, ma può essere causata da una risposta iperimmune (reazione eccessiva) dei tessuti gengivali al biofilm batterico.

gengivite stomatite cane

Segni clinici

Sintomi della gengivite nel cane

La gengivite si presenta come una infiammazione (arrossamento e gonfiore) che interessa il bordo gengivale, ovvero dove la gengiva entra in contatto con il dente. In genere, è accompagnata da alitosi (alito cattivo). Quando i denti vengono spazzolati, le gengive infiammate spesso sanguinano.

Sintomi della stomatite nel cane

La stomatite è una forma più grave di infiammazione rispetto alla gengivite e di solito coinvolge più tessuti rispetto alla sola gengiva, tra cui lingua, labbra e altri tessuti molli all’interno e intorno alla bocca. La stomatite è spesso molto dolorosa e causa una diminuzione dell’appetito in considerazione del dolore sperimentato. Spesso il pelo assumerà un cattivo aspetto a causa della mancanza di autotoelettatura.

Diagnosi

La diagnosi si basa principalmente sull’anamnesi e sui segni clinici. Spesso vengono raccomandati esami del sangue e delle urine per la ricerca di una eventuale malattia sistemica sottostante che potrebbe causare l’infiammazione a carico delle gengive o dei tessuti orali. In caso di danni alle radici dentali e ad altre strutture dentali di supporto, vengono eseguite radiografie dentali intraorali.

Trattamento della gengivite e della stomatite nel cane

Il primo passo consiste in una valutazione completa della salute orale del cane in anestesia generale combinata a una accurata pulizia dentale. I depositi di placca e tartaro vengono rimossi mediante detartrasi (ablazione del tartaro) seguita dalla lucidatura delle superfici dentali. È importante che i tessuti sottostanti il bordo gengivale vengano puliti accuratamente per rimuovere la placca o il tartaro accumulati.

Il trattamento della stomatite prevede il trattamento della causa sottostante del problema, qualora fosse possibile identificarne una. Indipendentemente da questo, è opportuno provvedere anche alla valutazione approfondita in anestesia generale combinata a una accurata pulizia e lucidatura dentale. Potrebbero essere necessarie anche estrazioni dentali. Successivamente, dovrebbe essere istituito un programma di cure domestiche per il cane. Possono essere prescritti anche antinfiammatori e antibiotici.

Prognosi

La prognosi per la gengivite è eccellente, purché vengano seguite le raccomandazioni del veterinario. Il cane trarrà un considerevole beneficio da una valutazione professionale del cavo orale, un trattamento e una pulizia dei denti in anestesia, seguiti da una costante routine di cure domestiche. La prognosi per la stomatite varia a seconda della situazione specifica di ciascun cane.

Fonti

[riduci]

Aggiornato il 27 Giugno 2022 da AIS

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments