Vai al contenuto
Home » Malattie del cane » Congiuntivite follicolare nel cane: cause, sintomi e cura

Congiuntivite follicolare nel cane: cause, sintomi e cura

Aggiornato il 10 Maggio 2022 da AIS

La congiuntivite follicolare è una condizione oculare di natura allergica che interessa i cani giovani. Si osserva più comunemente nei cani di taglia grande di età inferiore ai 18 mesi. Questa condizione può colpire anche i gatti, anche se questa eventualità è meno comune.

Il termine congiuntivite si riferisce all’infiammazione della membrana congiuntivale che copre la parte posteriore delle palpebre e la superficie del bulbo oculare, sino alla cornea. Nella congiuntiva sono presenti gruppi di cellule immunitarie note come follicoli linfoidi. Questi ultimi fanno parte del sistema immunitario del cane e rispondono alle infezioni e ai corpi estranei presenti all’interno dell’occhio. Tuttavia, quando queste cellule immunitarie vengono sovrastimolate, i follicoli possono ingrossarsi causando l’insorgere di congiuntivite follicolare.

Cause della congiuntivite follicolare nel cane

La congiuntivite follicolare è in genere causata da allergeni come polvere, erba ed erbe infestanti. La stimolazione immunitaria causa l’ingrossamento dei follicoli linfoidi dell’occhio. Man mano che i follicoli si ingrossano, gli stessi follicoli in rilievo possono causare ulteriore irritazione oculare, dando luogo a un circolo vizioso.

La congiuntivite follicolare si osserva più comunemente nei cani di taglia grande, in particolare nei cani con grandi aperture palpebrali, palpebre cadenti o occhi infossati. Questa tipologia di anatomia oculare favorisce l’entrata di una maggiore quantità di detriti, polline e materiale vegetale nell’occhio, irritando la congiuntiva.

Meno comunemente, la congiuntivite follicolare può anche essere causata da un’infezione batterica o virale. Qualsiasi infiammazione prolungata all’interno dell’occhio, indipendentemente dalla causa, può provocare l’insorgere di congiuntivite follicolare.

Sintomi della congiuntivite follicolare nel cane

In caso di congiuntivite follicolare, l’occhio o ambedue gli occhi interessati del cane appaiono arrossati e irritati. È possibile notare un aumento della secrezione oculare, che da trasparente può divenire di colore giallo. Il cane tende a strizzare gli occhi più del solito, portare la zampa agli occhi o a sfregare gli occhi interessati.

congiuntivite follicolare cane

Photo by Jesse Collins on Unsplash

Diagnosi

Di solito, la diagnosi di congiuntivite follicolare viene formulata sulla base di un esame oculare. Questo esame prevede l’intorpidimento dell’occhio per consentire un esame più approfondito della zona oculare, inclusa la superficie posteriore (interna) della terza palpebra. I cani con congiuntivite follicolare spesso presentano protuberanze sulla congiuntiva visibili ad un attento esame.

In alcuni casi, il veterinario raccoglie un campione di cellule da uno dei follicoli in rilievo e procede all’esame microscopico delle stesse. Questo può confermare la diagnosi di congiuntivite follicolare.

Trattamento della congiuntivite follicolare nel cane

I casi lievi di congiuntivite follicolare non richiedono alcun trattamento. Essendo una normale risposta dell’occhio alla stimolazione immunitaria, non deve essere necessariamente corretta o prevenuta.

Tuttavia, se il cane manifesta disagio, il veterinario probabilmente prescriverà colliri o pomate contenenti steroidi per ridurre l’infiammazione. Nella maggior parte dei casi, la congiuntivite follicolare risponde rapidamente al trattamento e la somministrazione dei farmaci può essere ridotta in modo graduale nel tempo.

Il veterinario può anche raccomandare lavaggi oculari con soluzione fisiologica. Il lavaggio oculare contribuisce a rimuovere detriti e allergeni che possono colpire l’occhio. Per alcuni cani, il solo lavaggio con soluzione fisiologica è sufficiente per trattare questo problema e prevenire eventuali recidive.

Nei casi più gravi, il veterinario può decidere di procedere allo sbrigliamento (debridement) del tessuto interessato. Questa procedura prevede il raschiamento di porzioni dei follicoli linfoidi anormalmente rialzati. È importante che non venga rimosso l’intero tessuto linfoide, poiché svolge un ruolo importante nel sistema immunitario, ma rimuovere parte del tessuto può alleviare il disagio sperimentato dal cane. Una volta terminato lo sbrigliamento, al cane verranno somministrati steroidi, al fine di eliminare il tessuto anomalo rimanente e prevenire l’insorgere di recidive.

Prognosi

La prognosi per la congiuntivite follicolare è buona. Questo disturbo comporta raramente effetti a lungo termine a carico della vista del cane. Tuttavia, i casi di recidiva sono comuni e l’animale potrebbe richiedere diversi cicli di trattamento.

Molti cani giovani alla fine superano la congiuntivite follicolare. Nel caso in cui il cane continuasse a sperimentare riacutizzazioni in età adulta, può essere utile tentare di identificare ed eliminare l’allergene offensivo. Tuttavia, questa opzione non è sempre attuabile e per alcuni cani può essere necessario un trattamento farmacologico su base periodica.

Fonti

[riduci]
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments