Home » Salute del cane » Pagina 7

Salute del cane

Acari (parassiti esterni) e salute del cane: sintomi e rimedi

Gli acari sono parassiti esterni che vivono sulla superficie e all’interno di cute, pori, follicoli piliferi e mantello di cani, gatti e molti altri mammiferi. Gli acari adulti che infestano il cane sono minuscoli e presentano corpi trasparenti o semitrasparenti. Entrambe queste caratteristiche li distinguono dalle zecche, che sono più grandi e più scure. Gli acari, infatti, sono talmente piccoli da non essere visibili a occhio nudo. Possono essere visibili e accuratamente identificati solo mediante l’ausilio di un microscopio. In genere, le loro dimensioni variano di poche centinaia di micromillimetri. Per darvi un’idea di quanto siano minuscoli questi parassiti, 1 micromillimetro equivale a 1 millesimo di millimetro.

Quali sono i tipi di acari canini?

Esistono quattro specie principali di acari che infestano il cane:

  • Sarcoptes scabiei (acaro della scabbia)
  • Demodex canis (appartenente alla famiglia Demodicidae)
  • Cheyletiella yasguri (acari che vivono sulla superficie della cute)
  • Otodectes cyanosis (acari dell’orecchio)

Esistono altre tipologie di acari che possono infettare il cane, tra cui Pneumonyssoides caninium (acari nasali), ma non sono particolarmente comuni. Il termine generale utilizzato per descrivere una infestazione da acari è “rogna”. Alcuni tipi di acari, tra cui Sarcoptes e Cheyletiella, sono altamente contagiosi tra cani (e talvolta tra cani e persone), a seguito del contatto diretto tra animali. Fortunatamente, la maggior parte degli acari che infesta il cane non è la stessa che interessa l’essere umano e viceversa.

acari_cane.jpg

Leggi tutto »Acari (parassiti esterni) e salute del cane: sintomi e rimedi

Flatulenza nel cane: cause, sintomi e rimedi

La flatulenza si riferisce alla eccessiva formazione di gas nello stomaco o nell’intestino che viene successivamente rilasciato attraverso l’ano. La flatulenza può insorgere in associazione a molti disturbi digestivi.

Il rumore, simile ad un brontolio o gorgoglio, causato dal transito del gas attraverso il tratto intestinale viene chiamato “borborigmo”. Al gas servono in genere dai 15 ai 35 minuti per percorrere tutto l’intestino. Quando i gas provenienti dallo stomaco vengono rilasciati attraverso la bocca, si parla invece di eruttazione.

Cause

Il gas è un normale componente dei contenuti gastrointestinali di tutti i cani. La causa primaria di gas intestinale è l’aerofagia, ovvero l’ingestione di aria durante la deglutizione. Il gas nel tratto gastrointestinale può anche formarsi a seguito di: interazione tra cibo alcalino (pH elevato), acidi gastrici ed enzimi digestivi e metabolismo e fermentazione batterica del cibo scisso all’interno dell’intestino inferiore. Il gas viene normalmente espulso dal tratto gastrointestinale attraverso l’esofago (mediante eruttazione) o l’ano.

La presenza eccessiva di gas può essere causata da una serie di fattori, tra cui:

  • Malattie gastrointestinali – Quando il cane sviluppa una qualsiasi forma di disturbo correlato a malassorbimento o cattiva digestione, i prodotti alimentari non digeriti o non assorbiti sono soggetti al processo di fermentazione da parte dei batteri intestinali. Tale fermentazione produce gas. Le cause possono includere: malattia infiammatoria intestinale, neoplasia gastrointestinale, parassiti interni, insufficienza pancreatica esocrina, piccola proliferazione batterica intestinale, sindrome del colon irritabile e enteriti batteriche o virali. Anche altre malattie che causano l’inabilità di scindere e assorbire i nutrienti possono causare flatulenza, poiché il materiale non assorbito transita attraverso il tratto intestinale, diventando soggetto ad una fermentazione anomala nel colon.
  • Eccessiva fermentazione batterica – Alcune sostanze alimentari sono poco digeribili o scarsamente assorbibili dai cani domestici (come i prodotti a base di soia, fagioli, piselli, quantità eccessive di grassi, spezie, cibo avariato, pectina e lattosio). Per esempio, i cani adulti in genere non riescono a digerire gli alimenti che contengono prodotti a base di latte, poiché durante la crescita smettono di produrre lattasi, ovvero l’enzima necessario alla scissione del lattosio. Ne consegue che il cane adulto tende a sperimentare flatulenza poco dopo aver mangiato latticini. Anche le diete ricche di fibre fermentabili, come la crusca di avena, possono sortire il medesimo effetto.

 

flatulenza_cane.jpg

Leggi tutto »Flatulenza nel cane: cause, sintomi e rimedi

La cura del cane anziano: alcune linee guida importanti

Nel cane anziano l’insorgenza di eventuali cambiamenti a carico della vocalizzazione può essere indice di un problema sottostante, per cui è indispensabile la valutazione del veterinario. La perdita di voce nei cani può essere dovuta a molteplici tipologie di problemi differenti.

La perdita della capacità di abbaiare può essere riconducibile a problemi fisici. Per esempio, un cane anziano può essere affetto da un tumore o da una infiammazione a carico delle corde vocali o della zona/tessuti circostanti. Questo può causare disagio nell’animale quando tenta di abbaiare oppure l’impossibilità di emettere il proprio verso a causa della perdita di flessibilità delle corde vocali o di una pressione a carico di esse, che porta alla perdita della loro funzionalità. Anche i cambiamenti cerebrali dovuti alla presenza di tumore, infiammazione o condizioni mediche generali (condizioni ormonali, sordità) possono portare a variazioni nella normale vocalizzazione. Se la perdita di voce è di breve durata, potrebbe essere causata da una infiammazione alla gola dovuta ad una infezione batterica (per esempio, mal di gola da streptococco).

Leggi tutto »La cura del cane anziano: alcune linee guida importanti

Alito cattivo (alitosi) nel cane: cause, rimedi e prevenzione

La presenza di alito cattivo, noto anche come alitosi, è la conseguenza di un accumulo di batteri che producono cattivi odori nella bocca, nei polmoni e nell’intestino del cane. Un alito cattivo persistente può indicare che il cane necessita di una igiene orale più accurata o l’eventuale presenza di problemi a carico di fegato, reni o tratto gastrointestinale. In ogni caso, l’alitosi è un sintomo che necessita di essere esaminato e non sottovalutato.

Quali sono le cause di alitosi nel cane?

Nella maggior parte dei casi, l’alito cattivo canino è causato da malattie gengivali o dentali e alcuni cani, specie quelli di piccola taglia, sono particolarmente soggetti allo sviluppo di placca e tartaro. Tuttavia, un alito cattivo persistente può anche essere indicatore di problemi medici di più ampia portata a carico di apparato respiratorio, cavità orale, tratto gastrointestinale od organi.

Come posso determinare la causa dell’alito cattivo del mio cane?

Il veterinario è senza ombra di dubbio la figura più indicata per identificare la causa del problema. E’ possibile che decida di effettuare un esame fisico e alcuni esami di laboratorio. E’ bene prepararsi per tempo a rispondere con precisione a domande concernenti il regime alimentare del cane, la sua igiene orale, le abitudini correlate all’esercizio fisico e al suo comportamento generale.

alitosi_cane.jpg

Leggi tutto »Alito cattivo (alitosi) nel cane: cause, rimedi e prevenzione

Vomito nel cane: cause e trattamento

Il cane può vomitare semplicemente perché ha mangiato qualcosa di sgradevole o perché ha ingerito una quantità eccessiva di cibo troppo in fretta. Tuttavia, il vomito può essere anche indice di un problema più grave: il cane potrebbe aver ingerito una sostanza tossica o essere affetto da una condizione che richiede una immediata attenzione del veterinario. Il vomito può anche essere associato a disturbi sistemici e gastrointestinali che necessitano di essere valutati dal veterinario.

Cosa potrebbe causare un episodio di vomito improvviso o acuto?

  • cause correlate all’alimentazione del cane (cambiamenti alimentari, intolleranze alimentari, ingestione di spazzatura)
  • corpi estranei (per esempio giocattoli, ossa, pezzi di gomma)
  • insufficienza renale acuta
  • insufficienza epatica acuta o infiammazione della vescica biliare
  • nausea post-operatoria
  • ingestione di sostanze tossiche
  • infezioni virali
  • alcuni farmaci o agenti anestetici
  • torsione dello stomaco (patologia grave del cane che consiste nella torsione e ostruzione dello stomaco, causando un progressivo gonfiore a carico di quest’ultimo)
  • colpo di calore
  • mal d’auto
  • utero infetto

Il vomito che insorge sporadicamente o in modo irregolare nel corso di un lungo periodo di tempo può essere dovuto ad una infiammazione intestinale o a carico dello stomaco, costipazione grave, cancro, disfunzione renale, malattia epatica o malattia sistemica.

vomito_cane.jpg

Leggi tutto »Vomito nel cane: cause e trattamento

Diarrea nel cane: cause e trattamento

La diarrea è caratterizzata da movimenti intestinali frequenti con diminuzione della consistenza delle feci emesse (feci tenere o acquose). Essa può essere causata da un semplice cambiamento alimentare oppure da una malattia o infezione di più grave entità. La diarrea può insorgere improvvisamente ed essere di breve durata oppure perdurare per settimane, mesi o essere intermittente. Generalmente, un singolo episodio di diarrea non è motivo di preoccupazione per la salute del cane. Tuttavia, qualora essa dovesse persistere per più di un giorno, potrebbe comportare l’insorgenza di disidratazione ed essere indice di un problema di salute sottostante che necessita di essere valutato dal veterinario.

Quali sono le cause della diarrea nel cane?

  • cambiamenti alimentari
  • ingestione di spazzatura o cibo avariato
  • ingestione di sostanze o piante tossiche
  • ingestione di corpi estranei (per esempio, giocattoli, elastici, sacchetti di plastica, ecc.)
  • reazione allergica
  • parassiti interni, come ascaridi (detti anche roundworms – vermi “tondi”), coccidi e giardia
  • malattie infiammatorie intestinali
  • malattie epatiche o renali
  • cancro o altri tumori a carico dell’apparato gastrointestinale
  • alcuni farmaci
  • stress
  • gastroenterite emorragica

Leggi tutto »Diarrea nel cane: cause e trattamento