Home » Salute del cane » Pagina 3

Salute del cane

Secrezione dall’orecchio nel cane: sintomi, diagnosi e trattamento

I problemi auricolari sono uno dei disturbi canini più comuni. Nella maggior parte dei casi, uno dei primi segni osservabili è la presenza di secrezione dall’orecchio dell’animale.

Talvolta, una lieve secrezione è normale. Alcuni cani tendono a produrre più cerume di altri. Mantenere le orecchie del cane pulite contribuisce a prevenire l’insorgenza di problemi. In altri casi, la secrezione auricolare è spesso un segno di un problema, il più delle volte di una infezione dell’orecchio.

Quando il problema auricolare ha inizio, il cane in genere tende a manifestare il disagio grattandosi. Il trauma dovuto al grattamento causa gonfiore e secrezione all’interno del condotto uditivo. Le orecchie, in seguito, possono sviluppare una infezione secondaria dovuta a batteri o lieviti. Anche le malattie che sopprimono il sistema immunitario e le malattie della pelle autoimmuni possono causare problemi alle orecchie. I cani con orecchie pendenti e particolarmente pelose e i cani che amano nuotare possono essere predisposti allo sviluppo di infezioni auricolari e di secrezione dall’orecchio.

Sintomi

  • Grattamento delle orecchie
  • Scuotimento della testa
  • Arrossamento, gonfiore, secrezione e cattivo odore dalle orecchie

 

secrezione_auricolare_cane.jpg

Leggi tutto »Secrezione dall’orecchio nel cane: sintomi, diagnosi e trattamento

Polidipsia e poliuria nel cane: cause, diagnosi e trattamento

Il termine polidipsia si riferisce a una sensazione continua di sete che si manifesta attraverso l’eccessiva assunzione di acqua. Quest’ultima, a sua volta, porta all’insorgere di poliuria, ossia la formazione e l’emissione di elevate quantità di urina.

Normalmente, il cane assume circa 40-80 millilitri di acqua per chilo di peso corporeo al giorno. Nel caso in cui, in condizioni ambientali normali, la quantità assunta sia superiore a quella sopra indicata, si parla di polidipsia.

Per questo motivo, è consigliabile prestare attenzione alle abitudini del cane al fine di identificare un eventuale aumento della sete e delle minzioni. Alcuni cani, per esempio, iniziano col bere dal rubinetto gocciolante del lavandino oppure dalla tazza aperta dei servizi igienici. Per determinare quanta acqua beve il cane, si consiglia di lasciare a sua disposizione un’unica fonte di acqua e di misurarne la quantità assunta nelle 24 ore. Nell’eventualità in cui il proprietario noti un consumo eccessivo di acqua, è opportuno fissare un appuntamento con il veterinario.

Leggi tutto »Polidipsia e poliuria nel cane: cause, diagnosi e trattamento

Febbre nel cane: cause, sintomi e trattamento

La febbre è una reazione di difesa dell’organismo ed è caratterizzata da una temperatura corporea più alta del normale. Si ritiene che la febbre sia un metodo per contrastare le infezioni. L’organismo resetta la zona deputata al controllo della temperatura sita nel cervello per aumentare la temperatura corporea, probabilmente in risposta all’invasione di corpi estranei, come batteri o virus. Poiché molti invasori non prosperano in ambienti caldi, l’aumento della temperatura corporea ne favorisce la distruzione.

La normale temperatura corporea del cane varia da 38°C a 39.2°C.

Febbre e ipertermia

È opportuno fare un distinguo tra febbre e ipertermia. Quest’ultima è caratterizzata da un aumento della temperatura corporea dovuto a influenze esterne (per esempio, clima caldo, incapacità del cane di sudare o di dissipare il calore aumentando la frequenza respiratoria a bocca aperta). In questo caso, il cervello non è coinvolto nell’innalzamento della temperatura corporea.

In genere, la febbre viene differenziata dall’ipertermia sulla base dei seguenti elementi:

  • L’ambiente in cui si trova l’animale al momento dell’insorgenza della condizione. Per esempio, nel caso in cui il cane sia rimasto per lungo tempo in un veicolo in una giornata particolarmente calda.
  • La risposta dell’animale all’innalzamento della temperatura.

I cani che presentano una eccessiva frequenza respiratoria a bocca e una altrettanto elevata frequenza cardiaca sono solitamente vittime di ipertermia. I cani con febbre non manifestano un distress significativo.

Per maggiori informazioni sull’ipertermia canina, invitiamo l’utente a consultare questo articolo.

Cause

  • Infezione
  • Infiammazione
  • Cancro
  • Febbre correlata all’assunzione di farmaci
  • Malattie del sistema immunitario
  • Febbre idiopatica (causa non determinata). Questo tipo di febbre è noto anche come febbre di origine sconosciuta.

Leggi tutto »Febbre nel cane: cause, sintomi e trattamento

Ematochezia (sangue rosso nelle feci) del cane

Il termine ematochezia si riferisce alla presenza di sangue rosso vivo nelle feci e deve essere differenziato dal termine melena, che fa riferimento all’emissione di feci caratterizzate da un colore scuro tanto da essere spesso definite picee.

L’ematochezia è spesso un segno di malattia a carico del tratto gastrointestinale inferiore. In alcuni casi, è suggestiva di un problema minore, transitorio. In altri casi, è indicativa di una grave patologia sottostante che può tradursi in emergenza, per cui è necessaria una terapia intensiva. L’ematochezia può essere l’unico segno clinico osservabile o essere accompagnata da altri segni, in particolare da sforzo durante l’atto defecatorio.

Sintomi a cui prestare attenzione

  • Presenza di sangue rosso vivo nelle feci
  • Possibile sforzo durante gli atti defecatori
  • Aumento del numero dei movimenti intestinali prodotti
  • In alcuni casi, il cane non presenta altri segni clinici
  • In alcuni casi, il cane può manifestare altri segni sistemici di malattia, come polidipsia (aumento della sete), poliuria (aumento delle minzioni), vomito e diarrea, letargia, scarso appetito, dimagrimento

Leggi tutto »Ematochezia (sangue rosso nelle feci) del cane

Disuria (emissione difficoltosa dell’urina) nel cane: sintomi e cura

Il termine disuria si riferisce all’emissione difficoltosa o dolorosa dell’urina. La disuria è caratterizzata da sforzo minzionale, frequenti tentativi di urinare ed evidente disagio durante l’atto minzionale. Il cane in genere manifesta tale disagio vocalizzando durante la minzione, lambendo eccessivamente la zona urogenitale o girandosi verso essa e osservandola.

Sintomi

  • Minzione con sforzo
  • Frequenti tentativi di urinare
  • Ematuria (presenza di sangue nelle urine)
  • Eccessivo lambimento della zona urogenitale
  • Emissione di piccole quantità di urina
  • Vocalizzazione durante i tentativi di urinare
  • Minzione inappropriata (il cane urina in posti inappropriati, ad esempio in casa)
  • Minzione improduttiva (mancata emissione di urina)

Leggi tutto »Disuria (emissione difficoltosa dell’urina) nel cane: sintomi e cura