Uretrite nel gatto: cause, sintomi, diagnosi e trattamento


Il termine uretrite si riferisce all’infiammazione dell’uretra, che può essere dovuta a lesioni, infezioni o tumori. In presenza di uretrite, l’uretra tende ad ingrossarsi e a restringersi causando un’ostruzione del flusso urinario. Questa condizione comporta un aumento delle minzioni e del bisogno di urinare. È osservabile sia nei cani che nei gatti. A seconda della causa sottostante, l’uretrite può colpire cani e gatti di età, genere e razza differenti.

Link sponsorizzati

Cause

  • Batteri
  • Traumi
  • Calcolosi, cateterismo
  • Uretrite granulomatosa cronica attiva
  • Associata a cistite (infezione/infiammazione della vescica), vaginite (infezione/infiammazione vaginale), prostatite (infezione/infiammazione della prostata)
  • Carcinoma a cellule squamose
  • Carcinoma a cellule transizionali
  • Uretrite idiopatica (causa sconosciuta)

Sintomi

  • Minzione con sforzo (stranguria)
  • Presenza di sangue nell’urina (ematuria)
  • Secrezioni/fuoriuscita di sangue dai genitali
  • Dolore addominale

uretrite_gatto.jpg

Diagnosi

  • Palpazione rettale. Può rivelare un’uretra spessa e irregolare.
  • Test di base, tra cui esame emocromocitometrico completo e profilo biochimico. Gli esiti in genere rivelano valori normali, a meno che il gatto non sia anemico a causa dell’eccessiva perdita ematica o presenti enzimi renali elevati, secondari ad una grave infiammazione causa dell’ostruzione urinaria.
  • Analisi delle urine. Può mostrare un numero elevato di globuli rossi e bianchi e, occasionalmente, di batteri.
  • Urinocoltura e antibiogramma. Sono raccomandati in tutti i pazienti.
  • Cistouretrogramma con mezzo di contrasto. Si tratta di uno studio contrastografico della vescica e dell’uretra.
  • Radiografie addominali. Le lastre possono essere normali o rivelare la presenza di calcoli depositati nell’uretra o vicino ad essa.
  • Esame citologico delle cellule uretrali. Questo esame prevede il prelievo e l’analisi di cellule uretrali. Tali cellule possono essere prelevate mediante l’impiego di un catetere e di una soluzione fisiologica. L’esame in questione può essere di utilità nel determinare la presenza di una neoplasia sottostante.
  • Biopsia uretrale. È l’unico mezzo definitivo per formulare una diagnosi di uretrite ed eventualmente identificare una causa sottostante.

Trattamento

Il trattamento dipende dalla causa sottostante:

  • Risoluzione di eventuali traumi causa del problema, come calcoli o cateteri
  • Adeguata terapia per trattare una eventuale infezione batterica
  • Trattamento di una neoplasia sottostante mediante approccio chirurgico, radioterapia o chemioterapia
  • I farmaci antinfiammatori sono indicati nei casi di uretrite granulomatosa cronica attiva di natura idiopatica.

Cosa fare a casa

Si consiglia di monitorare la capacità del gatto di urinare. Per qualsiasi dubbio, è opportuno contattare sempre e il prima possibile il veterinario di fiducia. Si raccomanda, inoltre, di somministrare al gatto tutti i farmaci prescritti secondo le modalità consigliate dal veterinario e di fare ritorno all’ambulatorio o alla clinica per gli opportuni follow-up.

Trattare per tempo le cause sottostanti può contribuire a prevenire l’insorgere di uretrite. Per ciò che concerne l’uretrite idiopatica, essendo la causa sconosciuta, non vi è alcun modo noto per poterne prevenire l’insorgenza.


Condividi con: