Natale: consigli per la sicurezza del gatto


Il Natale è una delle festività più pericolose per i nostri piccoli amici. Indipendentemente dall’età del gatto, esistono sempre buone probabilità che tenti di arrampicarsi sull’albero di Natale. Questo comportamento è normale per i felini domestici, che considerano l’albero come una sorta di parco giochi privato. E’ inoltre normale vederli giocherellare con gli addobbi penzolanti dai rami dell’albero, attrattive per loro assolutamente irresistibili. Ecco quindi alcuni suggerimenti per far sì che il Natale sia a prova di gatto.

Link sponsorizzati

Fissare l’albero di Natale in modo appropriato

I gatti trovano l’albero di Natale irresistibile. Sia che sia artificiale o reale, il micio di rado riesce a trattenersi dal “farsi le unghie” sulla corteccia o dallo scalare il tronco dell’albero. Questo, ovviamente, può causare la caduta del simbolo natalizio per eccellenza. Se poi le luci utilizzate per decorare l’albero sono accese, vi è un potenziale rischio di incendio per tutti gli abitanti della casa. Molti alberi di Natale sono provvisti di basi fragili e troppo piccole per l’altezza e il peso dell’oggetto in questione. Quindi, meglio optare per un albero la cui base sia pesante, robusta e stabile. E’ possibile fissare le gambe del supporto al pavimento (privo di moquette o tappeti) con del nastro adesivo, per evitare che il gatto possa ribaltarlo. Se l’albero sarà posizionato su una superficie in moquette, può essere fissato ad un mobile pesante mediante l’ausilio di un filo o di uno spago. E’ bene comunque assicurarsi che questi ultimi non rappresentino un potenziale pericolo per i bambini e gli animali domestici.

gatto_addobbi_natale.jpg

Come evitare che il gatto mordicchi l’albero

I gatti adorano mordicchiare i rami e gli aghi degli alberi di Natale. I pini contengono olio di pino, che può causare problemi gastrointestinali, mancanza di coordinazione (atassia), anemia, difficoltà respiratorie e cambiamenti nell’attività mentale. I gatti sono particolarmente sensibili all’olio di pino e non dovrebbe essere loro consentito di mordicchiare gli aghi della pianta in questione. Questi, infatti, sono solitamente molto appuntiti e possono pungere gli occhi dell’animale o persino perforarne l’intestino, se ingeriti. E’ possibile ridurre tale rischio spruzzando i rami con una miscela di pepe di cayenna e acqua. Il gusto forte di tale mix dovrebbe scoraggiare ulteriormente il gatto. I nostri piccoli amici amano anche masticare i fili elettrici. Quindi le luci di Natale dovrebbero essere posizionate in modo tale che l’animale non riesca a raggiungerle. E’ bene inoltre assicurarsi di isolare i cavi, che dall’albero giungono alla presa di corrente, con del nastro adesivo o facendoli scorrere all’interno di una canalina in cartone.

Gli irresistibili addobbi penzolanti

Per il gatto è impossibile resistere agli addobbi natalizi. Purtroppo, quelli in vetro sono fragili e quindi possono rompersi. Altri addobbi, invece, possono avere bordi taglienti o appuntiti e in ambedue i casi possono causare gravi lesioni esterne o, se ingeriti, interne. Gli addobbi più pericolosi sono le palle di vetro sottile. In caso di caduta si infrangono e i frammenti di vetro possono colpire le zampe o il naso dell’animale. Quindi, meglio posizionare gli addobbi non fragili nella parte inferiore dell’albero. In ogni caso, tutti gli addobbi dovrebbero essere fissati saldamente ai rami per evitarne la caduta.

Attenzione ai regali sotto l’albero

Anche i regali di Natale sotto l’albero possono essere pericolosi. I gatti amano giocherellare con i nastri, specie quelli sottili ed arricciati. I nastri possono essere ingeriti ed aggrovigliarsi nell’intestino dell’animale, causando occlusioni intestinali. Il micio inoltre tende involontariamente a torcigliare fili o nastri intorno alla base della lingua. Ciò può essere pericoloso e doloroso. Una causa piuttosto comune di anomalie gastrointestinali nei gatti durante il periodo natalizio sono i fili di lamé utilizzati come decorazione, specie quelli lunghi, sottili, a singolo filamento di colore argento lucido. L’animale tende ad ingerirli, se presenti sul mantello, inglobandoli con la lingua ruvida durante la sua scrupolosa operazione quotidiana di toelettatura e questo può essere pericoloso. E’ possibile ridurre il rischio utilizzando fili in corda e nastri larghi. I gatti non gradiscono il suono dei fogli in alluminio, quindi perché non provare ad impacchettare i regali con carta stagnola e nastri larghi. Anche la carta di giornale sembra non essere una fonte particolarmente attrattiva per i gatti, senza contare che è anche un materiale ecologico e facile da riciclare.


Condividi con: