Boli di pelo nel gatto: cause, sintomi e rimedi


I boli di pelo nel gatto sono sicuramente spiacevoli e non solo per chi deve pulirli. Essi infatti possono causare ostruzioni intestinali, un grave problema di salute per il gatto. E’ un dato di fatto: il gatto è uno scrupoloso amante della propria igiene. Quindi, cosa è possibile fare per minimizzare la formazione di boli di pelo?

Link sponsorizzati

Cause

I boli di pelo si sviluppano a seguito della salutare routine di pulizia del gatto.

Quando il gatto lecca il proprio mantello, piccole strutture simili ad uncini presenti sulla sua lingua intrappolano i peli morti, che vengono poi ingeriti. La maggior parte di essi transita attraverso il tratto digerente senza problemi. Ma quando alcuni di questi peli permangono nello stomaco, possono dar luogo alla formazione di un bolo di pelo. Il gatto, in seguito, provvederà ad espellerlo mediante vomizione (vomito). Poiché i boli di pelo per fuoriuscire transitano attraverso lo stretto esofago, spesso appaiono sottili e caratterizzati da una forma tubulare, piuttosto che rotonda.

La formazione dei boli di pelo è più probabile nelle razze a pelo lungo, come il Persiano o il Maine Coon. Anche i gatti che tendono a perdere molto pelo o che si leccano in modo compulsivo presentano maggiori probabilità di sviluppare boli di pelo, a seguito della maggiore ingestione di pelo. Avrete notato che il gatto quando è piccolo non sviluppa boli. Questo di solito accade durante la crescita dell’animale ed è piuttosto normale. I gatti adulti, infatti, sono molto più abili e devoti nel provvedere alla pulizia del mantello.

boli_pelo_gatto.jpg

Sintomi

Può essere spiacevole osservare (e sentire) il proprio gatto mentre tenta di espellere un bolo di pelo. Alcuni sintomi comuni includono colpi di tosse e conati di vomito. A seguito di tali sintomi, il gatto poi vomita il bolo di pelo in tempi relativamente brevi.

Qualora si noti la comparsa dei sintomi che andremo ad elencare qui di seguito, si consiglia di contattare il veterinario, poiché potrebbero significare che un bolo di pelo ha causato una ostruzione potenzialmente letale per l’animale:

  • vomito costante, conati di vomito o colpi di tosse senza la produzione di un bolo di pelo
  • letargia

Rimedi

Non è possibile prevenire totalmente la formazione di boli di pelo nel gatto, ma è possibile ridurne la frequenza o le probabilità che l’animale li sviluppi.

  • spazzolare il gatto regolarmente. Più pelo rimuoverete spazzolando il gatto, minore sarà la quantità ingerita che finirà nel suo stomaco. Pettinare o spazzolare il gatto su base giornaliera può essere un modo efficace per minimizzare i boli di pelo. Può anche essere un modo divertente per rafforzare il legame con il vostro piccolo amico. Se il gatto fatica ad abituarsi allo spazzolamento quotidiano, potete provare un servizio di toelettatura professionale (specie in caso di gatti a pelo lungo) ogni 6 mesi circa.
  • somministrare al gatto cibo specifico atto a contrastare lo sviluppo dei boli di pelo. Molti produttori di alimenti per animali domestici ora producono cibi per gatti in grado di ridurre la formazione di boli di pelo. Queste formulazioni ricche di fibre sono ideate per migliorare la salute del mantello del gatto, minimizzare la quantità di pelo perso e favorire il transito dei boli attraverso l’apparato digerente.
  • utilizzare un prodotto specifico per i boli di pelo. Oggigiorno sul mercato esistono molteplici prodotti per i boli di pelo, la maggior parte dei quali sono leggeri lassativi che favoriscono il transito dei boli attraverso il tratto digerente.
  • scoraggiare una pulizia eccessiva. Se sospettate che i boli di pelo siano la conseguenza di una pulizia compulsiva, provate ad addestrare il gatto a svolgere un’attività diversa ma piacevole, distogliendo quindi la sua attenzione dalla routine compulsiva di igiene. Per esempio, potete insegnargli a giocare da solo con un nuovo giocattolo oppure trovare un gioco divertente da fare in sua compagnia.

Condividi con: