Vomito nel cane: cause e trattamento


Il cane può vomitare semplicemente perché ha mangiato qualcosa di sgradevole o perché ha ingerito una quantità eccessiva di cibo troppo in fretta. Tuttavia, il vomito può essere anche indice di un problema più grave: il cane potrebbe aver ingerito una sostanza tossica o essere affetto da una condizione che richiede una immediata attenzione del veterinario. Il vomito può anche essere associato a disturbi sistemici e gastrointestinali che necessitano di essere valutati dal veterinario.

Link sponsorizzati

Cosa potrebbe causare un episodio di vomito improvviso o acuto?

  • cause correlate all’alimentazione del cane (cambiamenti alimentari, intolleranze alimentari, ingestione di spazzatura)
  • corpi estranei (per esempio giocattoli, ossa, pezzi di gomma)
  • insufficienza renale acuta
  • insufficienza epatica acuta o infiammazione della vescica biliare
  • nausea post-operatoria
  • ingestione di sostanze tossiche
  • infezioni virali
  • alcuni farmaci o agenti anestetici
  • torsione dello stomaco (patologia grave del cane che consiste nella torsione e ostruzione dello stomaco, causando un progressivo gonfiore a carico di quest’ultimo)
  • colpo di calore
  • mal d’auto
  • utero infetto

Il vomito che insorge sporadicamente o in modo irregolare nel corso di un lungo periodo di tempo può essere dovuto ad una infiammazione intestinale o a carico dello stomaco, costipazione grave, cancro, disfunzione renale, malattia epatica o malattia sistemica.

vomito_cane.jpg

Cosa devo fare se il mio cane vomita di frequente?

Un episodio isolato e occasionale di vomito può non essere motivo di preoccupazione. Tuttavia, se il vomito è cronico o frequente può essere un segno di una condizione più grave, come colite, ostruzione intestinale o parvovirus. Nel caso in cui il vomito sperimentato dal cane non sia un episodio isolato, è importante recarsi immediatamente dal veterinario per un esame completo e test diagnostici.

A quali altri sintomi devo fare attenzione?

Le cause del vomito sono talmente varie che talvolta formulare una diagnosi può essere difficile. Per questo motivo, è essenziale fornire al veterinario il maggior numero di informazioni possibile e riferire l’eventuale presenza di altri sintomi. Quelli a cui prestare maggiormente attenzione sono:

  • frequenza degli episodi di vomito. Se il cane vomita una volta e continua a mangiare regolarmente e presenta movimenti intestinali normali, è possibile che il vomito sperimentato dall’animale fosse probabilmente un episodio isolato.
  • letargia
  • perdita di peso
  • cambiamento dell’appetito
  • aumento o diminuzione del senso di sete o della minzione

Quando è bene portare il cane dal veterinario?

Si consiglia di consultare il veterinario in presenza di uno qualsiasi dei sintomi di cui sopra, qualora il cane vomiti più di una volta nell’arco della giornata o nell’eventualità che il vomito persista per più di 1 giorno.

In che modo il veterinario determinerà la causa del vomito?

Per formulare una diagnosi, il veterinario può scegliere di effettuare vari esami diagnostici (esami del sangue, radiografie, ecografie, esame delle feci, endoscopia, biopsia oppure un intervento chirurgico esplorativo), a seconda dell’età del cane, della sua storia clinica, degli esiti ottenuti a seguito di un esame fisico e dei sintomi specifici sperimentati dall’animale.

Quali sono alcune opzioni di trattamento?

E’ possibile somministrare al cane cibo cucinato in casa, come patate bollite, riso e pollo senza pelle ben cotto. In alcuni casi, è possibile che il cane necessiti di fluidoterapia, antibiotici, cambiamenti alimentari, antiemetici (farmaci che contribuiscono a controllare il vomito) o altri medicinali. E’ di fondamentale importanza attenersi alle raccomandazioni suggerite dal veterinario per quanto concerne un trattamento adeguato.


Condividi con: